Migranti, in 700 assaltano il muro di Ceuta
Circa 700 migranti subsahariani hanno tentato anche questa mattina senza successo un assalto in massa al ‘muro’ che separa l’enclave spagnola di Ceuta dal territorio marocchino.

I migranti sono stati bloccati dalla polizia marocchina prima di arrivare alla doppia alta recinzione metallica che separa Ceuta dal Marocco.

Un primo tentativo di circa mille persone era stato respinto martedì dalle polizie dei due paesi.

Circa 200 migranti sono stati fermati dalla polizia marocchina. Gli altri si sono dispersi sulle colline attorno alla recinzione, con ogni probabilità in attesa di ripetere il tentativo. Ceuta sta diventando il punto di maggiore tensione sulla rotta migratoria clandestina verso la Spagna. Lunedì un gruppo di 187 migranti era riuscito a sfondare, correndo compatto, il valico stradale di Tarajal, penetrando in territorio spagnolo. Davanti alla crescente pressione migratoria degli ultimi giorni, la Spagna ha deciso ieri d’accordo con la autorità del Marocco di chiudere per una settimana al traffico merci il valico di frontiera di Ceuta Tarajal per concentrare le forze di sicurezza lungo il ‘muro’ che circonda la città. © ANSA