4 cose da sapere sulla Corea del Nord e su quella del Sud

Perché c’è una Corea del Nord e una del Sud?

Prima che ci fossero le due nazioni, la penisola coreana era amministrata dalla dinastia Chosŏn, sopravvissuta per oltre cinque secoli fino al 1910. Questo periodo, durante il quale una Corea indipendente strinse relazioni diplomatiche con la Cina e il Giappone, finì con l’annessione della penisola da parte del Giappone imperiale. La dominazione coloniale giapponese durò 35 anni.

Quando il Giappone si arrese agli Alleati nel 1945, la penisola coreana fu divisa in due zone di occupazione: la Corea del Sud controllata dagli Stati Uniti, e la Corea del Nord controllata dai sovietici. Nel 1948, durante la crescente tensione tra Mosca e Washington provocata dalla guerra fredda, due governi separati si stabilirono a Pyongyang e a Seoul. Kim Il-Sung, leader della Corea del Nord, era un ex guerrigliero che combatté sotto il comando russo e cinese. Syngman Rhee, fervente anticomunista formatosi a Princeton, diventò il primo leader della Corea del Sud.

Combattimento a Seoul. Korean Central News Agency/Korea News Service via AP Images

Kim Il-Sung invase il Sud nel giugno del 1950 con l’aiuto sovietico, nel tentativo di unificare la penisola coreana sotto il suo regime comunista. Ciò portò la Corea del Sud e gli Stati Uniti, sostenuti dalle Nazioni Unite, a combattere contro la Repubblica Popolare Cinese e la Corea del Nord appena fondate. Un accordo di armistizio mise fine alle ostilità nel 1953. Tuttavia, tecnicamente parlando, le due Corea sarebbero ancora in guerra.

Al di là delle divisioni politiche, i coreani del Nord e del Sud sono culturalmente diversi? Se sì, in che modo?

I coreani hanno condotto esistenze separate tra Nord e Sud per quasi settanta anni. La storia e la memoria collettiva di una Corea rimasta unita per più di un millennio ricordano comunque ai coreani di aver condiviso identità, cultura e linguaggio. Ad esempio, la resistenza all’invasione colonialista giapponese è una importante fonte di nazionalismo. La marcia del Movimento per l’Indipendenza del 1° marzo 1919 è un evento storico insegnato nelle scuole agli studenti di entrambe le nazioni.

Leggi anche La Corea del Nord studia la Costa del Sol spagnola per aprirsi al turismo

Considerando la lingua, il 54% dei disertori Nord coreani in Corea del Sud dicono di non avere particolari problemi a capire il coreano usato nel Sud. Solo l’1% ha espresso di non capirlo affatto. Le politiche divergenti dei due stati hanno da subito forgiato differenze nel modo di intendere la vita e il resto del mondo da parte dei cittadini. La fervida democrazia sudcoreana è il risultato di un movimento di massa di studenti, intellettuali e cittadini della classe media. Nella Corea del Nord la propaganda di stato e l’ideologia della Juche, o “autosufficienza”, sono state usate per consolidare la guida unica da parte della famiglia di Kim e per rafforzare un modo di pensiero che aiutasse il regime a sopravvivere.

Kim Jong Un, leader della Corea del Nord. Reuters

Cosa abbiamo imparato dai fuggitivi dalla Corea del Nord stabilitisi al Sud?

Dal settembre 2016, 29.830 nord coreani risultano esuli in Corea del Sud. È da questi che si è avuta un’idea dettagliata della vita di tutti i giorni in una delle società più chiuse al mondo. Per esempio, molti nordcoreani guardano le serie TV della Corea del Sud, nonostante i diversi tentativi di evitarlo da parte del regime di Pyongyang. Nella Corea del Nord la repressione, la sorveglianza e la punizione sono aspetti pervasivi nella vita sociale. Lo stato fa molto affidamento sulla coercizione e sul terrore per sostenere il regime.Nonostante ciò, non tutti i nordcoreani vorrebbero lasciare il paese. Secondo l’antropologa Sandra Fahy, gli intervistati hanno dichiarato di aver lasciato la Corea del Nord principalmente per fame e per ragioni economiche, piuttosto che politiche. La maggioranza sente la mancanza del Nord.

Leggi anche Vita da dittatore: la giornata tipo di Kim Jong Un, il ‘leader supremo’ della Corea del Nord

Thae Yong-Ho, un ex diplomatico nordcoreano passato al Sud nel 2016, crede che La Corea del Nord di Kim Jong Un potrebbe presto dover fronteggiare un’insurrezione popolare o una defezione di massa della sua dirigenza, dato che i nordcoreani sono progressivamente sempre più disillusi dal regime. ù

Choi Ju-hwal, ex ufficiale della Nord Corea fuggito nel Sud nel 1995

Qual è la storia delle relazioni tra Stati Uniti e Corea del Sud, e a che punto sono adesso?

Lo scopo dell’alleanza tra Stati Uniti e Corea del Sud è cambiato di poco dal suo inizio nel 1953. Ciò ha molto a che vedere con le continue minacce da parte della Corea del Nord. Al di là delle differenze di approccio alla Corea del Nord, il presidente degli Stati Uniti George Bush e quello della Corea del Sud Roh Moo-hyun hanno fatto un concreto passo avanti nel trasformare l’alleanza nata dalla Guerra Fredda in una “alleanza strategica totale”.Durante il mandato del presidente Barack Obama e dei presidenti sudcoreani Lee Myung-bak e Park Geun-hye, molti hanno potuto pensare che l’alleanza fosse al suo apice. Sotto la loro leadership, Washington e Seoul si sono accordati per espandere i termini dell’alleanza anche a minacce non convenzionali, come il terrorismo e la proliferazione delle armi di distruzione di massa, fino a sfide globali come la pirateria e le infezioni epidemiche, coordinando le loro attività e fronteggiando energicamente la Corea del Nord.

Leggi anche Nord Corea: dove possono colpire i missili di Kim Jong Un, la minaccia più concreta alla stabilità globale

In questo momento, con Moon Jae-in e Donald Trump come nuovi eletti alla presidenza della Corea del Sud e degli Stati Uniti, c’è un grado di incertezza maggiore del solito. Oltre al resto, Donald Trump ha criticato lo U.S.-Korea Free Trade Agreement, insistendo affinché Seoul finanzi il THAAD, un sistema di difesa missilistico schierato in Corea del Sud. Moon, i cui genitori fuggirono dal Nord durante la Guerra di Corea, vede una riconciliazione intercoreana tra le sue principali priorità, una decisione che potrebbe collidere con la ulteriore richiesta di sanzioni a carico della Corea del Nord da parte degli Stati Uniti.

Questa è una versione aggiornata di un articolo pubblicato originariamente il 14 maggio 2014.

*Assistant Professor, American University School of International Service
Questo articolo è tradotto da The Conversation. Per leggerlo in lingua originale vai qui

Fonte: https://it.businessinsider.com/4-cose-da-sapere-sulla-corea-del-nord-e-su-quella-del-sud/?ncid=fcbklnkithpmg00000001