Barcellona ancora umiliato: 2-0 Real Madrid, Zidane si prende anche la Supercoppa di Spagna

Nel primo tempo i blancos fanno quello che vogliono con la rete fantastica di Asensio e il raddoppio di Benzema. Tante le occasioni per il tris, poi il Real Madrid abbassa il ritmo nella ripresa senza strafare. Siamo solo ad inizio stagione, ma la squadra di Zidane si conferma essere la migliore del mondo, mentre il Barcellona cola sempre più a picco.


Altro giro, altra vittoria per il Real Madrid, altra umiliazione per il Barcellona. I blancos fanno quello che vogliono nel ritorno contro i catalani, mai in partita dal primo all’ultimo minuto. Si parte con il gol meraviglioso di Asensio, con ter Stegen che resta però a guardare, e si passa al gol di Benzema che chiude i giochi anche del match del Santiago Bernabéu. Sono veramente tante, però, le occasioni da gol per la squadra di Zidane che si avvicina diverse volte anche al 3-0, con Lucas Vázquez che coglie un palo clamoroso. Valverde, che intanto aveva provato l’inedito 3-5-2, resta a contemplare le stelle, nella speranza che arrivi qualche pezzo da 90 entro la fine del mercato. Dove sta l’umiliazione nel 2-0? Il fatto che nella ripresa il Real Madrid fa un po’ quello che vuole, senza strafare, giocando la palla, qualche tocco per lo spettacolo, con il Barcellona che resta a guardare impotente. Messi ci prova ma centra la traversa, poi è Suárez mangiarsi il gol che sarebbe stato quello della bandiera visto il risultato complessivo di 5-1. Il Barcellona post Neymarè più deludente del previsto; il Real Madrid invece brilla ancora, e lo ha fatto senza Ronaldo, Isco, Bale e con Casemiro entrato solo nella ripresa.

Pronti via e il Real Madrid confeziona subito la prima occasione da gol con la sgroppata di Asensio a sinistra, palla dentro per Modrić ma il sinistro del croato viene ribattuto da Umtiti. Il Barcellona è però subito in apnea e al 4′ arriva il gol del vantaggio dei blancos con un sinistro incredibile di Asensio che beffa un ter Stegen che resta a bocca aperta. I catalani non vedono biglia fino al quarto d’ora, quando Messi entra in area con forza ma non riesce a superare in dribbling Keylor Navas, bravo a restare in piedi fino all’ultimo. Negli spazi il Real Madrid può essere devastante e i padroni di casa sfiorano il raddoppio con Benzema che non ci arriva di un soffio sull’invito di Marcelo, poi è Asensio a cercare la porta ma questa volta la sua conclusione viene ribattuta. Tante le occasioni per il Real Madrid che alla mezz’ora colpisce anche un palo con Lucas Vázquez, poi è Benzema a firmare il 2-0 con Umtiti che resta a guardare.

Nella ripresa il Real Madrid gioca con meno enfasi, e Messi cerca di approfittarne ma l’argentino è anche sfortunato con la sua conclusione che sbatte sulla traversa. Dall’altra parte è invece Benzema a cercare il tris, ma ter Stegen in qualche modo riesce a parare con il braccio. Il Barcellona non vuole andare a casa senza aver segnato almeno un gol, ci prova Sergi Robertoche viene chiuso da Navas, poi il portiere costaricano interviene anche su Messi, con Suarez che fallisce poi il tap-in centrando il palo da due passi.
La statistica

Zidane continua a vincere… Nel giro di 18 mesi, la Supercoppa di Spagna è il suo 7° trofeo da allenatore del Real Madrid: 2 Champions League, una Liga, una Supercoppa di Spagna appunto, un Mondiale per club e 2 Supercoppe europee.

Abbiamo cercato invano il post Ronaldo/Messi in questi anni, potrebbe esserlo Asensio?

Toni KROOS – Modrić, Asensio, Benzema, sono tanti i giocatori a mostrarsi grandi contro questo Barcellona. Kroos fa però un lavoro oscuro in mezzo al campo, fatto di semplicità, tanti passaggi, tutti importanti per liberare gli spazi e aprire il gioco. Nel finale di gara si prende la meritata standing ovation.
Il peggiore

André GOMES – Anche questa volta è difficile scegliere un ‘peggiore’ tra i giocatori del Barcellona. Questa volta lo diamo ad André Gomes: saltato ad ogni affondo dal centrocampo del Real Madrid, inconsistente nel giocare nella metà campo avversaria.
Tabellino

Real Madrid-Barcellona 2-0

Real Madrid (4-3-3): K.Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Modrić, Kovacić (62′ Casemiro), Kroos (80′ Dani Ceballos); Lucas Vázquez, Benzema, Asensio (74′ Theo Hernández). All. Zinédine Zidane

Barcellona (3-5-2): ter Stegen; Mascherano, Piqué (50′ Semedo), Umtiti; Sergi Roberto, Rakitić, Busquets, André Gomes (72′ Deulofeu), Alba (78′ Digne); Messi, L.Suárez. All. Ernesto Valverde

Marcatori: 4′ Asensio (R), 39′ Benzema (R)

Arbitro: José María Sánchez Martínez

Ammoniti: 89′ L.Suárez, 90+3 Mascherano

Espulsi: nessuno