Le pagelle di Milan-Shkendija 6-0: Montolivo rinato, Kessié è una furia

Doppietta e prestazione maiuscola per l’ex viola, che guida una squadra perfetta: funziona in particolare la catena di destra, formata da Conti, Suso e dallo scatenato ivoriano. André Silva segna una doppietta, ma manca l’opportunità di rimpinguare ulteriormente il bottino.


Milan

Gianluigi DONNARUMMA s.v. – Un paio di brividi con il pallone tra i piedi e in uscita fuori area, ma niente che possa compromettere una partita. Una sola parata, facile.

Andrea CONTI 7 – Fa su e giù per la fascia senza fermarsi un solo secondo. Ha fiato, gamba, voglia di fare. Ottima l’intesa con Suso e Kessié, perfezionata tra scambi e sovrapposizioni (dal 70′ Ignazio ABATE 6,5 – Buon ingresso in campo: mette André Silva nelle condizioni di segnare di tacco, poi serve a Montolivo la palla del 6-0)

Leonardo BONUCCI 6,5 – L’esordio più facile possibile, contro un avversario così debole. Chiusure quando servono, serietà nell’affrontare l’impegno, niente errori. Una serata tranquilla.

Cristian ZAPATA 6,5 – Bene anche lui, sempre tenendo conto della difficoltà non elevatissima (anzi) dell’impegno. Zero sbavature anche da parte del colombiano.

Luca ANTONELLI 7 – Fa “il Rodriguez”, nel senso che lo si trova più nella metà campo opposta che nella propria. Qualche problemino nel primo tempo Todorovski glielo crea, poi anche lui trova gloria col gol del 5-0.

Franck KESSIÉ 7,5 – Collaudato, nonostante i tre giochino assieme da poco tempo, il triangolo con Suso e Conti. A suon di inserimenti continui prende d’infilata la difesa macedone, non trovando il gol solo per un po’ di sfortuna. Una furia.

Riccardo MONTOLIVO 7,5 – Distribuzione precisa del gioco, interdizione preziosa e pure la soddisfazione di trovare una doppietta inedita. Finalmente una serata serena anche per lui. Se la meritava.

Hakan ÇALHANOGLU 6,5 – Dà pure lui un buon contributo allo sviluppo dell’azione del Milan, anche se la precisione nei lanci non è costante. Prezioso in ripiegamento (dal 61′ Giacomo BONAVENTURA 6 – Entra a giochi fatti, va alla conclusione e partecipa a qualche azione pericolosa. La sua noia muscolare sembra preoccupare)

SUSO 7,5 – Attivissimo dal 1′ al 75′, il minuto in cui esce per far spazio a Cutrone. Che si accentri o che voli sulla fascia, che calci o che serva assist, è più che mai brillante. Come Kessié, gli manca solo il gol (dal 75′ Patrick CUTRONE 6 – Dimostra di avere fame cercando più volte il gol anche con un tempo a disposizione così scarso: il palo lo frustra)

André SILVA 7 – Spaventa con la sua sola presenza la difesa ospite, va in gol una prima e poi una seconda volta. A proposito, splendida la rete del bis. La pecca? Con un po’ più di killer instinct avrebbe potuto segnarne 4 o 5.

Fabio BORINI 6,5 – Poco brillante per un tempo intero, nel quale si sbatte senza trovare il modo di incidere, si scioglie nella ripresa: dopo aver cercato il gol, lo trova meritatamente.

All. Vincenzo MONTELLA 7 – Non inventa nulla, affidandosi ai titolari del 4-3-3 a eccezione di Rodriguez. Guida i suoi giocatori nei meandri di una serata tranquillissima.

Shkendija

Zahov 6; Todorovski 5,5, Bejtulai 4, Cuculi 4,5, Celikovic 5 (64′ Teqja 5); Totre 5, Alimi 5; Radeski 4,5 (82′ Shefiti s.v.), Hasani 5,5, Abdurahimi 6 (70′ Bojku s.v.); Ibraimi 5,5. All. Osmani 5