Kolarov si presenta con un jolly su punizione: Atalanta-Roma 0-1

I giallorossi passano a Bergamo grazie a una traiettoria intelligente dell’ex Lazio su calcio piazzato: la Dea sfiora il pari nel finale con Ilicic che centra il palo.

Nella nuova Roma a togliere qualche dubbio di un precampionato non esaltante è un nuovo acquisto: Kolarov, ex Lazio, griffa un successo pesante con una punizione al veleno. I giallorossi non brillano come Juventus e Napoli, ma la consistenza dell’avversaria era decisamente diversa e questi tre punti valgono oro. La condizione non è ottimale, il gioco di Di Francesco ha bisogno di tempo per essere assimilato ma contava il risultato ed è arrivato grazie a una prova super di Juan Jesus. L’Atalanta è la stessa squadra dello scorso anno per automatismi, corsa e grinta: ciò che cambia – ed è una differenza sostanziale – sono i terzini, non esattamente le spine letali della scorsa stagione. A Gasperini il compito di reinventarsi qualcosa per l’ennesima volta in carriera.

La cronaca della partita

Il primo tempo è equilibrato e le occasioni sono poche. Il Papu Gomez conclude dal limite su errore di Manolas: centrale per Alisson. Strootman lancia Dzeko, il cui diagonale si spegne a lato. Masiello si sgancia, ma lascia un buco che Peres trasforma in un corridoio per Defrel: l’ex Sassuolo non trova la porta con il piattone. Kurtic alza troppo il suggerimento di Gomez che ispira anche Petagna: il centravanti sbatte su De Rossi. Il gol dello 0-1 arriva al 31′ su punizione dal limite: Kolarov con un rasoterra beffa barriera e portiere. A chiudere la frazione è un tentativo debole del Papu.

Aleksandar Kolarov Atalanta Roma 2017LaPresse

Nella ripresa, Petagna spreca un rimpallo favorevole da buona posizione. Il neoentrato Cornelius di testa impatta su Kolarov. Entra Ilicic e su cross di Gomez lo sloveno centra il palo da pochi centimetri. El Shaarawy non la chiude in contropiede mentre Hateboer vanifica l’ennesimo guizzo del Papu. Ilicic sfiora il pari nel recupero: 0-1 il finale.
La statistica chiave

1 – Primo gol su punizione diretta in Serie A per Aleksandar Kolarov, ne aveva fatti 5 in Premier League. Ritorno.

Il migliore in campo

Aleksandar Kolarov: un guizzo, un’intuizione, un jolly da tre punti gli consente di coronare una grande prova. Furbo nella circostanza, con sicurezza si regala un esordio con gol e per tutta la gara dimostra la bontà dell’investimento giallorosso. Conosce questo campionato e si vede.
Il peggiore in campo

Robin Gosens: timido e restio alla sovrapposizione. Spinazzola era ben altra cosa, insieme a Masiello ed Hateboer è l’anello debole.
La dichiarazione

Aleksandar Kolarov: “Era importantissimo vincere oggi e soffrendo abbiamo meritato di vincere. Sapevo che si aspettavano una punizione sopra la barriera da un mancino, è andata bene”.
Il tabellino

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Cristante (75’ de Roon), Freuler, Gosens; Kurtic (70’ Ilicic); Petagna (58’ Cornelius), Gomez. All. Gasperini

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres (81’ Fazio), Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Defrel (74’ El Shaarawy), Dzeko, Perotti (85’ Pellegrini). All. Di Francesco

Arbitro: Piero Giacomelli della Sezione di Trieste

Gol: 31′ Kolarov (R)

Note: ammoniti Defrel, Toloi, Nainggolan