Adriano Celentano ricorda Jerry Lewis: “C’era una volta un tizio che scimmiottava le tue mosse…e fece successo”

Il mondo del cinema e dello spettacolo piange la morte di Jerry Lewis. C’è anche chi, come Adriano Celentano, deve al re della risata una parte della sua fortunatissima carriera. E lo ricorda in una lettera al Corriere della Sera, rievocando quando “in Italia c’era un tizio che scimmiottava le tue mosse. Furono quelli i miei primi momenti di successo, naturalmente solo con gli amici al bar”. Da lì partì uno spettacolo con Tony Renis (nella parte di Dean Martin) e poi il successo clamoroso in Italia di Adriano Celentano showman e cantante.

Ciao Jerry! Non so se qualcuno ti ha mai detto che fin dai primi tempi, esattamente dal “nipote picchiatello” in poi, in Italia c’era un tizio che scimmiottava le tue mosse. Furono quelli i miei primi momenti di successo, naturalmente solo con gli amici al bar, ma più di tutti con mia cognata Ivonne. Lei era addirittura affascinata, a tal punto che un giorno, senza dirmi niente, spedì una mia foto ad un concorso per sosia in cui imitavo una delle tue irresistibili smorfie. Solo attraverso i giornali appresi che il concorso lo avevo vinto io.

Allora facevo l’orologiaio e, fra un tic-tac e l’altro, un mio caro amico, che senz’altro avrai conosciuto, mi propose di rifare in uno spettacolo di varietà la coppia “Jerry Lewis – Dean Martin”. Il suo nome è Tony Renis e, naturalmente, era lui che faceva Dean Martin. Un successo che non durò più di due settimane però porto a entrambi molta fortuna! Grazie!! Se penso a quanto sei stato GRANDE qui sulla terra non posso neanche immaginare quello che combinerai Lassù.