Incredibile dalla Germania: “Conte via, il Chelsea ha l’accordo con Tuchel”

Il quotidiano tedesco lancia un’indiscrezione a dir poco clamorosa: il manager dei Blues sarebbe destinato ad essere rimpiazzato dall’ex tecnico del Borussia Dortmund. L’impressione è che si tratti soltanto di una boutade, nonostante la tensione tra l’ex juventino e la dirigenza londinese non si sia ancora placata.

Ci risiamo. Un’estate già di per sé abbastanza complessa, sembra non voler finire per Antonio Conte. Se il successo di domenica contro il Tottenham pareva aver calmato le acque dopo mesi di indiscrezioni sul suo futuro, ora è la stampa tedesca a rilanciare. Cosa? Le speculazioni sul possibile addio del manager italiano al Chelsea. Perché sì, l’edizione odierna della BILD riporta di un contatto tra la plenipotenziaria dei Blues, Marina Granovskaya, e l’ex allenatore del Borussia Dortmund, Thomas Tuchel.

La notizia

Che Conte e Granovskaya non si vadano a genio è risaputo. Ma ciò che riporta la BILD quest’oggi avrebbe comunque del clamoroso. La dirigente del Chelsea, infatti, avrebbe contattato e definito l’accordo con Tuchel, a spasso dallo scorso maggio dopo un sorprendente addio al Dortmund. Tutto da capire, però, è un fattore non trascurabile: il quando.

Un conto è dire che il Chelsea si sta cautelando nel caso in cui la frattura con Conte dovesse divenire insanabile, un altro è scrivere che l’esonero del tecnico italiano sia imminente. La BILD ha evitato di specificare i termini temporali della vicenda (fatto tutt’altro che secondario), ma in molti in Inghilterra hanno già iniziato a scrivere di un addio ormai prossimo dell’ex ct azzurro.

Poche certezze, tanti dubbi

È obbligatorio ricordare come Conte abbia rinnovato il contratto con il Chelsea ritoccando il proprio ingaggio ma non estendendo la durata temporale dell’accordo (sino al 2019). La formazione schierata nel derby con il Tottenham ha spiegato in modo abbastanza chiaro come i Blues necessitino di parecchi ritocchi, mentre la prestazione della squadra ha rimarcato ancora una volta la bontà del lavoro dell’ex tecnico juventino. E allora? Pensare a un esonero adesso è impossibile. Ma non si può escludere che il Chelsea abbia deciso di cautelarsi nel caso in cui l’irrequietezza di Conte dovesse farsi insostenibile. Quello che accadde tre anni fa alla Juventus, in fondo, non l’ha dimenticato nessuno.