Violenta bimbo disabile ed è libero, protesta davanti al tribunale

Fioccano le critiche alla decisione del giudice per le indagini preliminari Giovanni Ghini di scarcerare con obbligo di firma il profugo 21 enne pakistano che ha confessato lo stupro di un 13enne disabile suo connazionale, avvenuto a luglio scorso in un Comune della Bassa reggiana.

E c’è anche qualcuno che ha deciso di rendere concreta la protesta con una manifestazione. Si tratta della onlus reggiana contro la pedofilia ‘La caramella buona’ che indice per giovedì 24 agosto dalle 21 alle 22 davanti al Tribunale di Reggio Emilia una manifestazione pubblica denominata “Un’ora di silenzio”.

L’obiettivo, come spiega il presidente Roberto Mirabile, è quello di dimostrate “indignazione per una giustizia inesistente, ma anche affetto e solidarietà ad un bambino abusato e successivamente umiliato”. Gli organizattori chiedono ai cittadini di partecipare “senza bandiere e simboli di qualsiasi genere”.