TORINO.

SIRIGU 6 Poche parate e un brivido, al 10’ della ripresa quando Duncan da posizione defilata lo chiama al salvataggio in extremis.

DE SILVESTRI 6.5 Ruba il posto a Zappacosta ed è subito pimpante pur con qualche sbavatura di troppo. Ha il merito di aver servito l’assist al bacio per il gol di Belotti.

N’KOULOU 6.5 Fa buona guardia e mette in mostra la sua ottima tecnica di base.

MORETTI 6.5 Falcinelli cresce alla distanza e per il difensore granata aumenta il lavoro.

BARRECA 6 Prende il posto a Molinaro e mette la sua rapidità al servizio del gruppo.

RINCON 6 Ringhia, El General, smanioso di far bene al debutto granata dal primo minuto. Organizza e comanda la squadra in campo come faceva ai bei tempi del Genoa. (36’ st Acquah sv).

OBI 6 Dopo un precampionato passato a “studiare” il centro-destra, gioca nella posizione che preferisce, il centro-sinistra.

IAGO FALQUE 7 Mobile e propositivo, parte sparato creando scompiglio sulla destra. Ogni volta che parte mette in difficoltà Gazzola; il Toro, però, punta sulla sua superiorità meno di quanto avrebbe potuto. Nella ripresa a tu per tu con Consigli libera Ljajic per il 2-0 (40’ st Zappacosta sv).

LJAJIC 6.5 Rispetto alle luci del debutto di Bologna è meno brillante. Si prende la ramanzina di Mihajlovic proprio a fine primo tempo per una chiusura mancata; poi chiude la partita con il secondo gol del suo campionato

.BERENGUER 5 Avvio difficile fra una brutta palla persa, un attimo di incertezza sottoporta e un paio di accelerazioni fuori misura. Lo spagnolo va a sprazzi ma non convince ancora; e forse non ha convinto neppure Mihajlovic che infatti aspetta con ansia l’arrivo di Niang.

Edera 6.5 nel giro di dieci secondi entra e sfiora il gol).

BELOTTI 8 Il gol che realizza al 44’ è una pennellata da grande autore: mezza girata in volo di destro ad incrociare su cross di De Silvestri con palla che si infila nell’angolo sinistro di Consigli. Prima di oggi aveva segnato al Sassuolo tre gol in sei partite; festeggia come merita con la cresta per la partita numero 110 in serie A.

SASSUOLO

CONSIGLI 6 Nel primo tempo viene chiamato in causa con continuità pur senza dover mai compiere interventi decisivi. Meno lavoro nella ripresa, ma due gol incassati senza colpa, quando il Sassuolo va a caccia del pareggio.

LIROLA 5.5 Sulla pennellata d’autore di Belotti concede al bomber un metro di spazio che si rivela decisivo. Meglio quando, nella ripresa, può spingere sulla destra.

CANNAVARO 5 Rischia la frittata in avvio di ripresa quando interviene goffamente in area su un cross di Iago Falque. L’arbitro Mazzoleni assegna il rigore, il Var lo salva in extremis.

ACERBI 5.5 Si occupa della marcatura di Belotti e riesce a mettere alcune pezze. Le parti s’invertono sulle palle inattive di marca neroverde.

GAZZOLA 5 Suda le classiche sette camicie per cercare di contenere Iago Falque. Le cose vanno meglio quando dalla sua parte spinge Berenguer. (21’ st Adjapong 6 non è la sua posizione ma se la cava).

MISSIROLI 5 Colleziona la presenza numero 190 in serie A rubando il posto un po’ a sorpresa a Sensi. Ma non convince Bucchi ed è il primo ad essere sostituito (18’ st RAGUSA 6).

MAGNANELLI 6 Segue a uomo Ljajic e porta a casa la pagnotta con una prestazione diligente. (30’ st Sensi sv).

DUNCAN 6 Presenza costante e preziosa. Non è un caso che quando cala alla distanza il Sassuolo incassa due gol nel finale.

BERARDI 5.5 Gioca a tutto campo un buon primo tempo, aiutando i compagni in appoggio e anche in difesa. Suo è anche il primo tiro in porta del Sassuolo: arriva al 39’ ma non crea problemi a Sirigu. Non incide nella ripresa.

FALCINELLI 5.5 Non lo vedi mai nel primo tempo; combina poco di più nella ripresa.

POLITANO 5.5 Una mezza girata sbucciata e tante giocate lontane dalle zone decisive.

Sorgente: Le pagelle di Torino-Sassuolo: Belotti top, Cannavaro goffo – Repubblica.it