In un’epoca dove le trasmissioni di cucina sono ormai più comuni dei telegiornali, sono tanti i personaggi nati da questo trend. E come ogni tendenza che si rispetti ecco che arrivano anche i troll, o meglio, coloro che cavalcano l’onda, e raggiungono una insperata fama, senza però sapere molto sul tema.Niente Cracco, Bottura, Ripert o Ramsay insomma, stavolta parliamo degli chef peggiori al mondo, di quelli che con la cucina c’entrano poco. Sapevate, ad esempio, che uno tra i cuochi peggiori è proprio un italiano? Si chiama chef Ruffi e le sue videoricette sono ormai leggendarie sul web. Il suo motto? “Malgamare”, senza la “a”, e poi panna a volontà, sughi col ketchup, glutammato (“come mi ha insegnato il mio amico cinese”) e tanto altro. Insomma ricette che lasciano davvero stupiti, soprattutto ora che la cultura dell’alta cucina è alla portata di tutti.Con ogni probabilità si tratta di un cuoco che lavora all’estero, probabilmente nel Regno Unito e, come si può vedere dalla sua cucina, l’igiene non è certo il suo forte. Tra ricette di pizza, pasta e fagioli, ragù “espresso, mica possiamo farlo cuocere 4-5 ore”, con tanto di spruzzata di ketchup, e il celeberrimo cervo al barolo cotto in friggitrice, chef Ruffi è praticamente una celebrità sul web, quasi al pari dei suoi “colleghi” ben più blasonati. Certo, probabilmente buona parte dei suoi fan non segue le sue ricette per provarle a fare a casa, bensì per farsi due risate, ma tant’è, i suoi follower sono tanti.Particolarmente commentata, e non poteva essere altrimenti, la sua ricetta della carbonara, con pasta precotta, pepe nero a volontà, e panna, la “versatile” come la chiama lui, per non parlare dell’uovo intero messo a fine cottura. E la cacio e pepe con le sottilette invece del pecorino? O gli arancini senza riso?Ecco, più che ricette, le sue, sono libere interpretazioni del tema, talvolta per nulla invoglianti, e alcuni dei commenti sulla sua pagina Facebook sono tra il divertito e il disgustato. Nel frattempo chef Ruffi, di cui non si conosce il volto, rilascia interviste: “Ho iniziato la mia carriera 17 anni fa, girando le cucine di mezzo mondo”. E indovinate un po’ chi è il suo modello? “Il grande Antonino Cannavacciuolo”.Chissà cosa dicono i clienti del ristorante dove lavora. Beh, d’altronde, come dice lui: “Nessuno si è mai lamentato!”

Sorgente: Il peggior cuoco del mondo? È italiano, e sul web ha un successo incredibile – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.