Dal nostro partner Agenti AnonimiDopo 33 anni di attesa, la Serie A abbraccia per davvero il suo Aristoteles. Sì, questa volta non è l’attaccante della Longobarda, squadra dell’ormai celeberrimo film “L’allenatore nel pallone”, girato nel 1984.PUBBLICITÀinRead invented by TeadsL’allenatore, nonché protagonista principale, è Lino Banfi, nelle vesti di Oronzo Canà, e Aristoteles, nome ispirato al reale giocatore brasiliano Sócrates e interpretato dall’attore Urs Althaus, è il miglior elemento della compagine, che solo all’ultima giornata riesce a centrare la permanenza in Serie A, nonostante la volontà contraria del presidente Borlotti, che voleva tornare in cadetteria a causa dei costi elevati del torneo.Ebbene, se l’Aristoteles conosciuto dai più è un personaggio di un film, durante questo campionato 2017/2018 sì potrà osservare e ammirare dal vivo un giocatore con questo nome. Si tratta di Aristoteles Romero, centrocampista venezuelano classe 1995, e arrivato al Crotone durante l’ultimo giorno di mercato, in prestito dal Mineros. Il nome che comparirà nella sua maglia sarà solo “Aristoteles”. Questa la foto da lui pubblicata dal proprio account Instagram.Il calciatore, inoltre, si è detto soddisfatto di questo primo impatto in Calabria. Ecco le sue prime parole riportate dal sito ufficiale del club rossoblù: “Sono molto contento di essere qui. Ho molte sensazioni buone e non vedo di lavorare e allenarmi e giocare per questi tifosi che ci sosterranno partita dopo partita. Sono molto contento di essere al Crotone, sono in uno dei quattro campionati più importanti del mondo. Sono sicuro che mi servirà per crescere come uomo e come calciatore. Sono sicuro che la Serie A mi aiuterà molto“.

Sorgente: Dopo 33 anni, la Serie A abbraccia (per davvero) il suo Aristoteles: è sbarcato a Crotone – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport