La Serie A riparte (stravolta) dalla terza giornata. La sosta, complice il rush finale di mercato, ha portato cambiamenti a quasi tutte le rose delle 20 squadre. E ci sono anche alcuni importanti recuperi da infortuni.

Ci eravamo lasciati il 27 agosto, con JuventusNapoliSampdoria e le due milanesi a punteggio pieno, Dybala e Icardi capocannonieri e gli ultimi quattro giorni di calciomercato ancora tutti da vivere. In meno di due settimane è successo di tutto. L’Udinese, ad esempio, ha venduto alla Fiorentina il giocatore più rappresentativo delle sue ultime quattro stagioni, Sampdoria, Torino, Benevento e Lazio hanno potenziato i loro reparti offensivi, la Juventus, dopo i due gol subiti a Genova, ha aumentato la truppa difensiva con un tedesco molto duttile. Il Verona si è ringiovanito, il Genoa ha visto cancellare la squalifica ad uno dei suoi leader, mentre Milan e Roma hanno ormai recuperato due perdine fondamentali. Tra nuovi acquisti, rientri e cambiamenti, scopriamo nel dettaglio, squadra per squadra, cosa ci aspetta a partire da sabato. Sarebbe solo la terza giornata, sembra passato un ciclone.

ATALANTA – De Roon è pronto, Caldara debutterà

Usato a gara in corso nelle prime due giornate, ma finalmente pronto a riprendere le redini di un centrocampo che fu suo due stagioni fa. Marten De Roon, acquisto più costoso della storia della Dea, sarà una delle novità di Gasperini alla ripresa. L’altra? Mattia Caldara, assente nei primi due turni, ma recuperato al centro della difesa. Due perni, due certezze.

BENEVENTO – Iemmello, Armenteros, Memushaj, Lazaar: quante novità

Due sconfitte, contro Sampdoria e Bologna, non troppo meritate. Il Benevento e Baroni hanno capito di potersela giocare anche in Serie A e allora il presidente Vigorito non ha badato a spese nel finale di mercato. Dentro Antei, Lazaar, Parigini, Lombardi, Memushaj e soprattutto i due bomber Iemmello e Armenteros. Una rivoluzione necessaria ad alimentare le ambizioni di salvezza. E tanti di questi li vedremo subito titolari nel nuovo scacchiere campano.

BOLOGNA – Palacio si candida

È rimasto Donsah, è arrivato il giovane Keita. Ma per Donadoni la novità principale potrebbe essere rappresentata dalla forma ritrovata di Palacio. L’esperienza del Trenza sarà utile agli emiliani. Il tecnico ci punta molto.

CAGLIARI – Pavoletti e Van der Wiel cercano la forma migliore

Due botti finali, due “big” che hanno infiammato la piazza. Leonardo Pavoletti dovrà sostituire i gol di Borriello, Van Der Wiel i cross di Isla. Le qualità ci sono, la condizione fisica meno. Rastelli dovrà decidere se lanciarli nella mischia da subito o a gara in corso.

CHIEVO – Tomovic ok, Gaudino avrà qualche chance?

Nel Chievo le salvezze sono costruite nel segno della tradizione. E allora per Maran l’unico cambiamento potrebbe essere rappresentato da Tomovic, che potrebbe comporre una linea difensiva di ex matrice viola con DainelliGamberini e Gobbi. Attenzione anche a Gaudino, finora poco utilizzato, ma gradito al tecnico dei veneti.

Nicola ha sempre puntato sui giovani. Ecco perché l’arrivo nel finale del prodotto romanista Tumminello e l’integrazione del “milanista” Crociata potrebbero dare preziose alternative ai calabresi. Avranno il loro spazio da subito.

FIORENTINA – Sulle spalle di Thereau

Serviva un giocatore di esperienza in mezzo a tanti giovani con scarsa conoscenza del nostro campionato. In quest’ottica il colpo Thereau pare perfetto. Deciderà Pioli se utilizzarlo da prima punta, da seconda o da trequartista. Ma il francese a Firenze sarà immediatamente protagonista.

GENOA – Izzo, che rientro per Juric

Due sorrisi per Juric. L’arrivo del suo pupillo Ricci dal Sassuolo (insieme costruirono la promozione del Crotone nel 2015/16) e la cancellazione della squalifica per calcioscommesse a Izzo, perno difensivo di un Genoa che subisce troppi gol. Titolari? Sì, due titolari.

INTER – Karamoh a gara in corso, Dalbert diventa titolare

L’infortunio di Cancelo, con lo spostamento a destra di D’Ambrosio, darà spazio a Dalbert, ormai pronto a governare la corsia mancina. Il giovane talento Karamoh, prelevato all’ultimo dal Caen, sarà utilizzato con logica, magari per dare riposo ai titolarissimi davanti.

Höwedes

HöwedesImago

JUVENTUS – Howedes, ma anche Douglas e Bernardeschi: è l’ora dei nuovi

Chiellini e Barzagli contro il Chievo non ci saranno. E martedì c’è la trasferta di Barcellona in Champions. Allora Allegri, dopo aver puntato sul “vecchio” blocco bianconero nelle prime due giornate, sarà chiamato a lanciare tutti i nuovi. Howedes dietro, Douglas Costa o Bernardeschi a destra, magari Matuidi in mezzo. La Juventus inizia a cambiare pelle.

LAZIO – Nani con grande calma

Felipe Anderson non è ancora pronto, mentre l’ultimo acquisto Nani è ancora in ritardo di condizioni. La Lazio è una delle poche squadre che difficilmente presenteranno subito novità al rientro dalla sosta. Ma Inzaghi avrà modo e tempo di lavorare all’inserimento dei nuovi.

Nani

Nani Getty Images

MILAN – Biglia dall’inizio: Montella ritrova il faro

Spezzone benaugurante contro contro il Cagliari. Ora Lucas Biglia è pronto e dopo la trasferta internazionale con l’Argentina (non ha giocato) è ormai pronto a prendersi il Milan. Montella ritrova un faro. Anche Romagnoli e Bonaventura sono totalmente recuperati.

NAPOLI – Riecco Ounas, il vice di tutti

Non si è visto nelle prime due giornate a causa di un infortunio che lo aveva tenuto ai box nel finale di agosto. Adam Ounas è guarito e sarà la prima alternativa a Callejon e InsigneSarri saprà utilizzarlo con maestria.

ROMA – Florenzi è ok, Schick molto atteso

Una bandiera e un colpo a effetto. Alessandro Florenzi ha sfruttato la sosta per ritrovare fame e condizione, Patrik Schick sta preparando il suo debutto ufficiale in giallorosso, dopo lo spezzone in amichevole contro la Chapecoense. Di Francesco avrà due armi di primo livello alla ripresa.

SAMPDORIA – Duvan e Strinic, Giampaolo al completo

Uno tra Caprari e Quagliarella dovrà sedersi in panchina. Con Duvan Zapata, infatti, la Sampdoria trova l’attaccante che mancava, quello forte fisicamente e abile nel gioco aereo. A sinistra giocherà anche Strinic, arrivato in coppia al colombiano dal Napoli.

SASSUOLO – Peluso reintegrato?

Nessuna novità fondamentale, se non le partenze di Iemmello e Antei direzione Benevento. Peluso sta lavorando al rinnovo e potrebbe venir reintegrato a breve. Anche perché a sinistra manca un titolare al momento. Per Matri, al contrario, non dovrebbero esserci troppe occasioni.

SPAL – Felipe e Oikonomou al rientro

Per adesso Vaisanen, Vicari e Salamon se la sono cavata bene. Ma Felipe e Oikonomou sono vicini al rientro e per Semplici rappresentano delle vere e propria fondamenta difensive. La SPAL ha una rosa molto profonda per essere una neopromossa: vedremo spesso alternanze di giocatori.

Niang Torino Ansaldi

Niang Torino AnsaldiLaPresse

TORINO – Niang, Ansaldi e Burdisso: più alternative per Mihajlovic

L’unico dei tre nuovi che pare subito destinato a giocare è M’Baye Niang. Burdisso farà la riserva, Ansaldi si giocherà il posto a destra con De Silvestri. Il Torino è sempre più competitivo.

UDINESE – È subito il momento di Maxi Lopez

Dopo la fine del prestito di Zapata, la partenza di Thereau. L’Udinese ha perso il 40% delle reti segnate nello scorso campionato. L’infortunio di Perica permetterà a Delneri di testare la nuova coppia Lasagna-Maxi Lopez. Ci sarà la stagione del riscatto per “la Galina de oro”?

VERONA – Lee e Kean: freschezza e cambi per Pecchia

Pazzini è rimasto e, all’opposto di quanto visto nelle prime due giornate, si aspettare un utilizzo dal primo minuto. Il coreano Lee e il bianconero Kean, arrivati in prestito, rappresentano talento e gioventù. Pecchia dovrà mixare il tutto per rendere meno complicata del previsto la salvezza del Verona.

Sorgente: Fantacalcio, debuttanti e rientranti: ecco tutte le novità alla ripresa del campionato – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport

Leave a Reply

Your email address will not be published.