Lavorare in piedi è più deleterio per la salute rispetto a farlo da seduti. Lo rivela uno studio condotto da un team di ricercatori canadesi, i cui risultati sono stati pubblicati dall’American Journal of Epidemiology. La ricerca ha monitorato per ben 12 anni lo stato di salute di un gruppo di 7.320 persone, diviso equamente fra uomini e donne. I partecipanti sono stati inoltre suddivisi, in base al loro lavoro, fra coloro che svolgevano la loro attività prevalentemente da seduti, quelli che stavano un po’ seduti e un po’ in piedi e – infine – coloro che lavoravano per la maggior parte del tempo rimanendo alzati. Alla fine del periodo di studio, i ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di ogni lavoratore scoprendo che il 3,4% dei partecipanti (in particolare il 4,6% degli uomini e il 2,1% delle donne) avevano sviluppato disturbi cardiaci.Dopo un’ulteriore analisi dei quadri clinici, gli esperti hanno scoperto che la probabilità di sviluppare disturbi era doppia in quei soggetti che durante il giorno rimanevano in piedi rispetto a quelli che, invece, riuscivano a sedersi o a lavorare con una combinazione delle due posizioni. I risultati sono rimasti invariati anche quando il team di studio ha preso in considerazione fattori come l’indice di massa corporea, l’attività fisica quotidiana e gli altri requisiti fisici del lavoro. Ciò non ha rappresentato una grossa sorpresa per gli specialisti, dal momento che è già noto il fatto che stare in piedi tutto il giorno provoca un accumulo di sangue nelle gambe rendendo più difficile per il cuore l’attività di pompaggio. Il dato più rilevante, secondo quanto affermato dagli studiosi, è stato dato dai lavori svolti in una combinazione di posizioni.Per gli uomini lavorare un po’ alzati e un po’ seduti ha ridotto il rischio di malattie cardiache del 39%, mentre per le donne la percentuale è arrivata addirittura all’80%. Un risultato, questo, che suggerisce come stare per troppo tempo in una posizione fissa – seduti o in piedi – può essere comunque deleterio alla salute. La chiave è, secondo gli specialisti, alternare le varie posizioni e sollecitare il corpo a diversi tipi di movimento durante il giorno come camminate o sessioni di stretching.

Sorgente: Stare in piedi fa più male che stare seduti – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.