Prestazione maiuscola del portoghese, autore di una tripletta, e del turco, un gol e due assist. Molto bene anche Lucas Biglia, che cambia volto al centrocampo. Solite disattenzioni di Zapata.

Milan

Gianluigi Donnarumma 6 Un paio di parate di ordinaria amministrazione, un gol subito su cui può far poco. Null’altro.

Cristian Zapata 5,5 Probabilmente se non farcisce ogni sua partita con una distazione non è soddisfatto. Accade in occasione del gol dell’Austria Vienna, quando si fa uccellare da Borkovic.

Leonardo Bonucci 6,5 Pressoché impeccabile, molto preciso anche in fase di impostazione e di rilancio.

Alessio Romagnoli 6 Un passo alla volta riprenderà il ritmo partita, Montella lo sta utilizzando con il contagocce consapevole della sua importanza. (dal 74’ Mateo Musacchio sv)

Ignazio Abate 6 Spinta costante, non sempre efficace ma comunque presente. In difesa soffre praticamente mai.

Franck Kessie 6 Il minimo indispensabile: non è prorompente come nelle prime partite, regala comunque un assist per il 4-1 di André Silva. (dal 62’ Giacomo Bonaventura 6 Dopo il quarto d’ora contro la Lazio, mezz’ora oggi. Pian piano torna a regime, e sarà importante).

Lucas Biglia 7 Con lui in campo la mediana del Milan cambia ritmi e solidità. Detta i ritmi con calma olimpica, senza rallentare esageratamente il flusso dell’azione e senza mai tenere troppo il pallone tra i piedi.

Hakan Calhanoglu 8 Ha il piede, la visione di gioco e la qualità per fare la differenza. A Vienna ci mette anche la cattiveria, come nel caso del primo e del secondo gol. Il fatturato finale è di un gol e due assist in venti minuti di gioco. L’avversaria sarà mediocre, ma i segnali sono ottimi.

Luca Antonelli 6 Nella linea di centrocampo a cinque sembra divertirsi, perché il fondo non gli è mai mancato e riesce a macinare più volte la fascia proponendosi spesso in fase offensiva.

Nikola Kalinic 6 Al’esordio da titolare, contribuisce al gol del vantaggio con l’assist a Calhanoglu ma appare troppo timido ed ai margini della manovra. Crescerà. (dal 62’ Jesus Suso 7 Entra e segna, regala nuova verve al Milan che sembrava essersi già accontentato del 4-1).

André Silva 7,5 La percentuale realizzativa è molto buona e davanti al portiere è realmente un cecchino. Terzo, quarto e quinto gol ufficiale stagionale, molto bravo a sfruttare gli spazi che la retroguardia austriaca gentilmente concede. Bene così, in attesa di confermarsi contro difese più toste.

All.: Vincenzo Montella 6,5 Bene la seconda prova generale del 3-5-2, ma ora non lo lasci in soffitta per un altro mese. Il Milan reagisce bene alla sconfitta con la Lazio e conferma di muoversi meglio nel nuovo schieramento.

Andre Silva - Austria Vienna-Milan - 2017

Andre Silva – Austria Vienna-Milan – 2017LaPresse

Austria Vienna

Hadžikić 6,5; Klein 5,5, Mohammed 4, Westermann 5,5 (dal 42’ Borkovic 6,5, dall’86’ Gluhakovic sv), Martschinko 6; Sebest 5,5, Holzhauser 6, Prokop 5; Felipe Pires 5, Monschein 6, Lee 6 (dal 74’ De Paula sv). All.: Fink 5,5

Sorgente: Le pagelle di Austria Vienna-Milan 1-5: Calhanoglu ed André Silva esagerati – Calcio – Eurosport