Metti una sera a cena il presidente americano Donald Trump e i leader dei Democratici, che al Congresso americano rappresentano l’opposizione. Il risultato? Un accordo che contiene anche un’altra marcia indietro del tycoon, questa volta sullo stop ai Dreamers, i giovani immigrati portati in modo clandestino negli Stati Uniti quando erano bambini e protetti dal Deferred Action for Childhood Arrivals. La settimana scorsa Trump ha annunciato di voler smantellare il programma di protezione voluto dall’ex presidente Barack Obama, lasciando al Congresso il compito di trovare una soluzione, ma come già successo recentemente il presidente americano ha deciso di bypassare i repubblicani e di accordarsi con i democratici.Ad annunciare l’accordo sono stati i leader democratici del Congresso, Chuck Schumer e Nancy Pelosi. I due hanno definito “molto produttivo” l’incontro alla Casa Bianca con Trump, annunciando l’in tesa “per inserire velocemente in una legge le tutele del Daca e lavorare ad un piano per la sicurezza alle frontiere, escludendo il muro”.Se da una parte Trump cede sui Dreamers, dall’altra incassa il via libera a un pacchetto per la sicurezza dei confini americani. La portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, ha però precisato su Twitter che se “Daca e sicurezza alle frontiere sono stati discussi, certamente non c’è stato accordo sull’esclusione del muro”.

Sorgente: Trump va a cena con i Democratici e fa dietrofront sui Dreamers: non saranno espulsi