Justin Bieber e Marilyn Manson hanno avuto una bizzarra lite a causa di una maglietta. Justin, durante il suo Purpose Tour, ha spesso indossato una t-shirt di Manson, diventata così parte integrante del suo look che era entrata anche a far parte del merchandising ufficiale di Justin Bieber, alla modica cifra di 200 dollari per altro. Ma Justin Bieber, che non impara mai, ha anche pensato di bullarsi col Reverendo. Lo ha raccontato lo stesso Manson:”La prima volta che l’ho incontrato aveva ancora addosso la maglietta con la mia faccia. E mi ha detto: ‘Ti ho fatto tornare famoso’. Brutta mossa”. Manson non è proprio riuscito a mandare giù la cosa: “È stato un vero pezzo di merda a dirmelo con quell’arroganza. Faceva tanto il compagnone, tipo ‘Hey fratello’, e mi toccava mentre mi parlava. Io ero tipo: ‘Vola basso. Mi arrivi al cazzo. Ok? Quindi stai buono'”. A quanto pare, Manson ha anche fatto uno scherzetto a Bieber: “Il giorno dopo gli ho detto che sarei venuto al suo soundcheck allo Staples Center per fare ‘Beautiful People’ e lui ci ha creduto, perché è così stupido”. Manson stava anche per citare Bieber in tribunale, ma lo staff di Bieber si è praticamente arreso senza combattere: “Non abbiamo dovuto nemmeno litigare. Il loro atteggiamento è stato: Sì, lo sapevamo di avere sbagliato. Ecco i tuoi soldi”.

Sorgente: Justin Bieber attaccato da Marilyn Manson: “È un pezzo di m***a” – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.