“L’ennesima follia che faccio”. Fiorella Mannoia è pronta al suo debutto da conduttrice con “Un, due, tre… Fiorella!”, il suo primo One Woman Show, sabato 16 e sabato 23 settembre, in prima serata su Rai1. “Il sabato sera… è un’eredità grossa e se faccio il paragone con gli show del passato mi viene l’ansia”, ammette la cantante che non si è mai tirata indietro davanti a nuove sfide anche se, rivela, “non dormo da una settimana”. Ironica, spontanea, comunicativa, Fiorella la Rossa promette che scoprirà i suoi lati più nascosti e che sarà soprattutto se stessa “e se sbaglio e faccio dei pasticci, pazienza!”.In realtà un termine di paragone ce l’ha, eccome: “Il mio punto di riferimento è il sabato sera di Mina. E mi piacerebbe arrivare almeno vicino a quell’idea di sabato sera lì”. La nuova sfida per Mannoia è arrivata un po’ per caso, come l’anno scorso per caso era arrivata la proposta di Michele Placido di partecipare al suo film Sette Minuti. “Non è qualcosa che ho cercato, non era previsto, il film come il programma. Ma a me piace rischiare, mettermi in gioco. Come quando ho accettato di andare in gara a Sanremo l’anno scorso. Tutti mi prendevano per pazza, ma a me non piace ripetere le stesse cose all’infinito, voglio divertirmi”.E il riferimento al divertimento c’è già nel titolo stesso del programma che richiama al gioco dei bambini Un, due, tre.. stella. Ma non è, che di sfida in sfida, lo show possa essere considerato una sorta di prova generale per approdare anche al Festival a febbraio ancora in cerca di tutti i suoi conduttori? “Per carità. C’ho l’ansia già così”, taglia corto lei. E chissà se ci sia davvero da crederle. L’idea di fondo di “Un, due, tre… Fiorella!” sarà quella di uno spettacolo vissuto “come un’onda emotiva, con momenti divertenti, ma anche di riflessione”. La musica ci sarà, “ma non sarà un mio concerto”. Tanti gli omaggi a partire da quello agli amici scomparsi Pino Daniele e Lucio Dalla “e a tutto il patrimonio storico musicale italiano”.Tanti gli ospiti: nella prima puntata ci saranno Alberto Angela, Clementino, Sabrina Ferilli, Max Gazzè, Marco Giallini, Ligabue, Morandi, Federica Pellegrini, Enrico Ruggeri. E Ivano Fossati, sempre restio a certe partecipazioni: “non è stato difficile convincerlo. Gli ho detto che non avrei potuto fare questa esperienza senza di lui. Ricca anche la serata del 23 con Alessandra Amoroso, Loredana Bertè, ancora Clementino, Elisa, Emma, Niccolò Fabi, Edoardo Leo, Mika, Gianna Nannini, Paola Turci, Ornella Vanoni. Ognuno di loro lascerà un segno sul muro che sarà protagonista della scenografia in studio, “perché i muri non devono essere considerati solo elementi di divisione.La frase che potrei lasciare io è: “non accettate sogni dagli sconosciuti”, aggiunge ancora l’interprete ora conduttrice. Il direttore di Rai1, Andrea Fabiano, ha sottolineato come Un, due, tre… Fiorella! sia parte integrante del percorso intrapreso dalla Rai: “un percorso che ha con la musica un rapporto forte. Ed è bello avere un’artista come Fiorella che so è voluta mettere in gioco: mostrerà dei lati di sé poco conosciuti, il suo aspetto più umano, ironico e giocoso”.

Sorgente: Mannoia, debutto in tv pensando a Mina – Tv – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.