L’accusa dei rivali di sempre, i New York Yankees, non era campata per aria: arriva l’ammenda da parte della Major League Baseball.La notizia è di 10 giorni fa: i New York Yankees si decidono a fare un esposto contro i Boston Red Sox, rivali di una vita nel gotha del baseball a stelle e strisce. L’accusa è pesante: intercettare i loro segnali durante le partite grazie agli Apple Watch.PUBBLICITÀinRead invented by TeadsI filmati presentati come prova gli Yankees dimostrano che dalle parti della panchina dei Red Sox siano arrivate informazioni sui lanci che il ricevitore suggerisce al lanciatore quando è Boston in battuta. Come è possibile? Tutto grazie all’orologio di ultima generazione che permette di trasmettere i dati in tempo reale, sostituendosi al cellulare, oggetto sicuramente più visibile dalle telecamere. Una vecchia questione, quella della lettura dei lanci altrui, che però diventa d’attualità proprio grazie all’uso (improprio) della tecnologia.La sanzione è stata annunciata nella giornata di venerdì dalla Major League Baseball: il commissioner Rob Manfred non ha fatto sapere l’ammontare della cifra che dovranno sborsare i Red Sox, ma ha già fatto sapere che la somma sarà subito donata agli enti che si occupano degli aiuti alle persone colpite dall’uragano Irma. Manfred ha spiegato che Boston ha violato le regole mandando comunicazioni elettroniche dalla loro stanza dei replay all’allenatore. Anche New Yotk ha ricevuto una multa di entità minore per uso improprio del “dugout phone” (quello presente in panchina) in un’occasione precedente.Tutti i 30 club della MLB sono stati avvertiti: future violazioni di questo tipo saranno soggette a sanzioni più pesanti, inclusa la possibile perdita di scelte nei prossimi draft

Sorgente: I Boston Red Sox “rubano” schemi con l’Apple Watch: ecco la multa – Baseball – Eurosport

Leave a Reply

Your email address will not be published.