“I cani sono ben accetti” in negozio, e fin qui tutto bene visto che sono molte le attività commerciali che permettono l’ingresso ai nostri fedeli amici a quattro zampe. La scritta però campeggia su un cartello dove prima si legge: “Questo esercizio dice BASTA a: venditori ambulanti, consulenti (Enel, Eni e affini) e mendicanti”, il che suona molto come una provocazione un po’ azzardata. I cartelli sono stati affissi su tre diversi negozi a Lendinara (in provincia di Rovigo) e il merito di questa idea è di Licia Guarnieri, titolare di un negozio di tatuaggi. “Non se ne può più. Mendicanti, ambulanti, passano tutti i giorni a vendere roba, qui dentro in negozio. Danno fastidio, sono asfissianti. Ma non serve a nulla dirlo. Continuano a presentarsi ogni giorno, sempre gli stessi” afferma la Guarnieri, “Tanto il cartello non lo leggono o non lo capiscono”.E così Genni Giro, titolare di un negozio proprio vicino quello di tatuaggi, ha fatto una copia del cartello dell’amica e lo ha affisso all’entrata, ribadendo gli stessi motivi. “Sembra che la gente apprezzi. Si fermano, lo leggono e vedo che sorridono, nessuno ci ha mai criticate” ha spiegato la Guarnieri, “Sono venuti in diversi a farci i complimenti, ha riscosso successo l’iniziativa. Però non ci hanno chiesto una copia del cartello”.E i cani? “Quando vengono in negozio mi rendono felice, mettono allegria, si mettono lì seduto con i loro padroni, aspettano, sono così simpatici. Sono molto meglio degli uomini. Di gran lunga” conclude.

Sorgente: “Vietato l’ingresso a mendicanti, consulenti e ambulanti, i cani sono ben accetti”, la provocazione di alcuni negozianti – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.