Rafa e Roger per la prima volta in carriera da avversari a compagni di squadra. E’ la formula della nuova Laver Cup, torneo-esibizione al via questo weekend in quel della O2 Arena di Praga e che vedrà opposta l’Europa al Resto del Mondo. 12 tennisti, due capitani d’eccezione e tanta curiosità per capire su quale reale spirito si svilupperà questo evento.Cinque dei primi sette giocatori della classifica mondiale. Ma anche – e soprattutto – una entry list di partecipanti che dei 12 protagonisti complessivi vede 10 giocatori che occupano le prime 20 posizioni del ranking ATP.

Non sapremo se ci riuscirà, ma c’è molta curiosità intorno alla Laver Cup che prenderà il via per la prima volta proprio questo weekend (22-24 settembre) alla O2 Arena di Praga.Un veloce indoor che vedrà svilupparsi una formula molto simile a quella della Ryder Cup di golf: ovvero Europa contro Resto del mondo.La formula della Laver Cup prevede tre giorni di incontri, con 3 singolari e un doppio ogni giornata. E un eventuale doppio decisivo in caso di parità. Le scelte di formazione dei due capitani, come avviene nella Ryder Cup, saranno comunicate all’inizio e bloccate, senza conoscere quelle della squadra avversaria.Da comprendere dunque solo con quale spirito i diretti interessati decideranno di giocare questa nuova competizione: semplice esibizione? Qualcosa in più? Oppure daranno il massimo per dare credibilità alla neonata competizione?Non resta che attendere il fine settimana per capire questo… E soprattutto per vedere insieme, per la prima volta, Federer e Nadal. Che dopo tanti scontri e partite leggendarie, giocheranno questa volta per la stessa squadra.VIDEO – Nadal e Federer, un 2017 da sogno: due Slam vinti a testa per due leggende infinite01:31EuropaRafael Nadal (Spagna) Numero uno ATP, fresco vincitore degli US Open, potrebbe ritrovarsi di fronte Del Potro, sconfitto in semifinale nello Slam statunitense.Roger Federer (Svizzera) Numero due della classifica, ha espresso il desiderio di giocare il doppio con Nadal ealmeno un singolare.Marin Cilic (Croazia) Numero 5 del mondo, ha appena salvato la sua Nazionale dalla retrocessione in Coppa Davis con una gran prestazione in Colombia.Dominic Thiem (Austria) Numero 7 ATP, anche lui ha giocato gli spareggi in Coppa Davis. L’Austria però è nel Gruppo II della Zona Europa/Africa.Alexander Zverev (Germania) Numero 4 del mondo, principale esponente della cosiddetta NextGen, è in testa alla Road to Milan.Tomas Berdych (Repubblica Ceca) Numero 19 della classifica, non ha giocato in Coppa Davis e la sua Nazionale è retrocessa, lasciando via libera all’Italia tra le teste di serie nel tabellone 2018.Capitano: Bjorn Borg (Svezia) In carriera ha vinto 11 titoli Slam, 6 al Roland Garros e 5 a Wimbledon.Resto del MondoJohn Isner (Stati Uniti) Numero 17 al mondo, il bombardiere americano punta ad una vittoria di prestigio in Repubblica Ceca.Nick Kyrgios (Australia) Reduce dalla cocente eliminazione in semifinale in Coppa Davis con la sua Nazionale, il numero 20 ATP punta a riscattarsi in questo torneo-esibizione.Jack Sock (Stati Uniti) Numero 21 della classifica, potrebbe essere la sorpresa del torneo, portando a casa scalpi importanti.Denis Shapovalov (Canada) Numero 51 al mondo il giovane canadese è in rampa di lancio e punta dritto alle ATP NextGen Finals.Sam Querrey (Stati Uniti) Numero 16 ATP, è il migliore in classifica tra i tennisti del Resto del Mondo.Frances Tiafoe (Stati Uniti) Rimpiazza Juan Martin Del Potro, ritiratosi per problemi fisici del post US Open. Tiafoe è anche lui un protagonista in rampa di lancio verso le NextGen Finals.Capitano: John McEnroe (Stati Uniti) In carriera ha vinto 7 Slam in singolare, 9 in doppio e 1 in doppio misto. Storica la sua rivalità con Borg.

Sorgente: Federer-Nadal, da avversari a compagni di squadra: eccovi la Laver Cup – Tennis – Eurosport