Controllate sempre le date di scadenza dei prodotti che acquistate? Leggete sempre con attenzione le etichette, se c’è scritto o meno “da consumare preferibilmente entro”? Se in passato avete avuto brutte esperienze con cibi confezionati che sono andati a male allora le etichette intelligenti a cui stanno lavorando i ricercatori Clarkson University di Potsdam, New York, potrebbero fare al caso vostro. L’obiettivo di questo studio è mettere a punto una tecnologia che sia in grado di dare più informazioni al consumatore e maggiori garanzie sulla effettiva qualità dei prodotti alimentari.La ricerca ha avuto inizio ormai dieci anni fa testando la presenza di antiossidanti nel vino e nel tè: la tecnologia in fase di sperimentazione utilizza un sensore portatile su carta in grado di individuare tracce di contaminazione nei cibi ma anche nei cosmetici, visto che anche i prodotti di bellezza hanno una data di scadenza e potrebbero quindi “andare a male”. In base alla qualità del prodotto, quindi, l’etichetta intelligente cambierà colore e indicherà al consumatore se è il caso o meno di gettarlo via, senza rischiare di star male.Nel laboratorio di Silvana Andreescu, capo-progetto della ricerca, è stato creato un sistema di rilevamento di sostanze chimiche in un pezzo di carta, che è stato trattato con tutti i reagenti necessari. La differenza dalle altre tipologie di sensori, hanno spiegato gli scienziati, sta soprattutto nell’impiego di nanostrutture in grado di catturare i composti predeterminati e, quindi, di svolgere il ruolo di “sentinelle” della qualità.

Sorgente: Arriva l’etichetta che cambia colore se il cibo è avariato! – Radio 105