Il 6 settembre 2018 si apre il nuovo torneo per le 55 nazioni Uefa: la Nations League sarà un campionato a quattro fasce con meccanismi di promozione e retrocessione che vedrà affrontarsi squadre di uguale valore e metterà in palio quattro posti per Euro 2020.

La Uefa ha confermato le regole della competizione nonché il regolamento della Uefa Nations League a meno di un anno dalla prima partita che si giocherà il 6 settembre 2018.

Niente più amichevoli, ma partite vere

La Uefa Nations League è una nuova competizione, a cui partecipano tutte e 55 le federazioni affiliate, che mira a fare crescere le nazionali sostituendo gran parte delle amichevoli con partite ufficiali, dove si affronteranno formazioni di pari valore. Le squadre verranno suddivise in quattro leghe. La Lega A comprenderà le prime 12 squadre del ranking (quindi anche l’Italia). Le 12 successive saranno nelle Lega B, le 15 successive nella Lega C e le restanti 16 nella Lega D. Le Leghe A e B saranno formate da quattro gironi da tre squadre. La Lega C sarà formata da un girone da tre squadre e da tre gironi da quattro squadre; la Lega D sarà formata da quattro gironi da quattro squadre.

Come funziona? In palio 4 posti per Euro 2020

Le gare si giocheranno in casa e in trasferta tra settembre e ottobre 2018 (le squadre giocheranno quattro o sei partite a seconda della grandezza del loro girone). Le quattro vincitrici dei gironi della Lega A si qualificheranno per le Finali della Uefa Nations League, che si disputeranno nel giugno 2019, con il modello delle Final Four e conquisteranno un posto per gli Europei del 2020. La squadra organizzatrice verrà selezionata dal Comitato Esecutivo Uefa nel dicembre 2018 tra le squadre finaliste. Le vincitrici dei gironi delle Leghe B, C, e D otterranno la promozione e le squadre ultime classificate nei gironi delle Leghe A, B, C subiranno la retrocessione.

Sorgente: Amichevoli eliminate e 4 posti in palio per Euro 2020: ecco la nuova Nations League – Calcio – Eurosport