In una cerimonia che si è tenuta al Tempio di Dendur, una struttura situata all’interno del Metropolitan Museum di New York, sono state presentate le tre medaglie che verranno assegnate alle Olimpiadi invernali di PyeongChang.Il presidente President Moon Jae-in ha illustrato l’ideazione delle tre medaglie disegnate dal disegnatore Lee Suk-woo, ispirate alle consonanti dell’alfabeto coreano. Le consonanti “ㅍ, ㅊ, ㄷ, ㅇ, ㄱ, ㄹ, ㅁ,” rappresentano infatti le parole coreane per le Olimpiadi invernali di PyeongChang. Sono stati scritte l’una a fianco all’altra e poi realizzate in 3-D dando loro una forma cilindrica

Il comitato olimpido ha aggiunto anche la volontà di ricordare i tronchi degli alberi, perché gli alberi rappresentano l’intento di sviluppare la cultura coreana all’interno dei Giochi.” L’hangŭl (alfabeto) è la fondazione e l’anima della nostra cultura: lo consideriamo il seme da cui nasce tutto, mentre il tronco simboleggia il processo di crescita”Ogni medaglia è larga 92.5 millimetri, lunga 109 e ha uno spessore che varia tra i 4.4 e i 9.42 millimetri. La medaglia d’oro pesa 586 grammi, quella d’argento 580, quella di bronzo 493. Mentre le prime due sono al 99.9% d’argento (quella più pregiata ha un aggiunta di 6 grammi d’oro), quella di bronzo è fatta d’ottone rosso. Saranno creati 259 set di medaglie, di cui 222 andranno direttamente agli atleti.

Sorgente: Svelate le medaglie di PyeongChang, ispirate all’alfabeto coreano – Pyeongchang 2018 – Giochi Olimpici – Eurosport