Finalmente un bel primato per l’Italia: secondo una ricerca di LinkedIn e Spotify il nostro Paese è primo in Europa e secondo nel mondo nell’ascolto di musica durante l’orario di lavoro. Stando ai dati diffusi l’85% dei professionisti italiani ascolta musica in ufficio, secondi gli spagnoli con l’83%, terzi i francesi col 73%. Nel mondo solo gli Stati Uniti ci battono con l’87%.È opinione diffusa infatti che la musica renda più efficienti a lavoro mentre il 56% ritiene che ascoltare musica durante l’orario di ufficio migliori le motivazioni della giornata, il 52% sostiene che a beneficiarne sia la creatività, mentre per il 39% la musica porta calma e tranquillità.E quali sono gli artisti più ascoltati dai lavoratori? Sul gradino più alto del podio ci sono i Coldplay con il 44%, segue Vasco Rossi col 33%, gli U2 col 31%, Tiziano Ferro col 30% e Ed Sheeran col 25%. Tra le canzoni più ascoltate invece spicca Viva la Vida, seguita da Bohemian Rhapsody e da Another Brick in the Wall.Tra i generi meno ascoltati a lavoro c’è il rap, ritenuto elemento di distrazione e che non stimola la concentrazione. Infatti secondo i dati della ricerca i cinque artisti meno appropriati da ascoltare in ufficio sono Fedez (29%), J-Ax (28%), Fabri Fibra (26%), Gue Pequeno (20%) e Marracash (15%). Meglio il pop per il 60% degli intervistati, seguito da musica classica e rock, appaiati insieme al 30%.

Sorgente: L’Italia è prima in Europa nell’ascolto di musica durante il lavoro – Radio 105