Mangiamo 17.000 calorie in più ogni anno, ben 106 volte quello di cui abbiamo davvero bisogno, a causa della maggiore convenienza dei menu “supersize”. Questo fattore è tra quelli alla base dell’aumento dell’obesità in tutto il mondo. Il meccanismo è molto semplice: una volta assunti in un fast food, gli addetti alle casse sono addestrati a invitare i clienti a preferire la versione “large” a quella normale, o ad aggiungere dolcetti scontati ai loro menu. Chi sa dire di no ad un dolcetto scontato?Secondo il report di Slimming World queste pratiche “pushy” alle casse dei fast food producono il 34% di risposte positive da parte dei clienti, che quindi ordinano caffè più grandi del necessario o (nel 33% dei casi) menu large o ancora, nel 36% dei casi, aggiungendo un dolcetto al cioccolato alla loro ordinazione. Solo nel Regno Unito, analizzando un campione di 2.000 adulti, queste scelte portano a consumare 330 calorie extra a settimana, 17.000 in un anno.La fascia demografica che maggiormente subisce la seduzione dei cassieri è quella compresa tra i 18 e i 24 anni: questi clienti arrivano a consumare fino a 750 calorie a settimana. Per questo da Slimming World arriva l’invito a slegare gli obiettivi di vendita dal lavoro dei commessi di fast food, per salvaguardare la salute pubblica.

Sorgente: Mangiamo 17.000 calorie in più all’anno, colpa dei menu “supersize” – Radio 105