Doppietta italiana al Gran Premio di Aragon della classe Moto2. Franco Morbidelli (Marc VDS) ha risposto alla grande dopo lo zero di Misano facendo il bottino pieno sul circuito del MotorLand. Il romano ha vinto una gara condotta sempre in testa, resistendo al ritorno di Mattia Pasini (Italtrans Racing) e battendolo in un duello entusiasmante che ha infiammato gli ultimi giri. Un trionfo importante per Morbidelli, che così torna ad allungare nel Mondiale su Thomas Luthi (CarXpert Interwetten), che ha chiuso quarto senza mai riuscire a lottare per il podio.PUBBLICITÀinRead invented by TeadsPOTREBBE INTERESSARTI ANCHERossi, un sabato da eroe. Un ultimo giro che entra nella galleria dei capolavori del DottoreSul gradino più basso del podio, invece, ha chiuso Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo), che ha provato a sfruttare la bagarre tra i due italiani portandosi a ridosso del duo di testa nell’ultimo giro ma non abbastanza vicino da potersi inserire nella lotta. Hanno chiuso in top ten anche Simone Corsi (Speed Up Racing), sesto, e Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46), decimo.La gran gara di Morbidelli è cominciata sin dal primo giro, quando il pilota romano si è portato alle spalle di Oliveira alla prima curva. Il migliore in partenza è stato però Luthi, che ha provato a marcare stretto il suo rivale diretto nel Mondiale. Lo svizzero è stato arrembante, attaccando Morbidelli al cavatappi ma incontrando la resistenza del pilota italiano.Morbidelli si è quindi portato in testa, imponendo un ritmo forsennato alla gara, che nessuno è riuscito a tenere, arrivando ad un distacco di un secondo e mezzo su Pasini, diventato il primo degli inseguitori. Il pilota del team Italtrans ha cominciato a fare il vuoto, staccando Oliveira, Marquez e Luthi, che dopo lo scatto in partenza non è riuscito a mantenere il passo dei migliori.Nella seconda parte di gara Pasini ha piano piano ricucito lo strappo nei confronti di Morbidelli, con il romano che alzava sensibilmente il proprio ritmo. Al contrario dello scatenato 32enne romagnolo, che dopo aver sfiorato la pole ieri, ha fatto segnare il miglior tempo in 1’54″080. A nove giri dalla fine c’è stato quindi l’aggancio ed alla tornata successiva il sorpasso. Nel frattempo si ritirava Marquez, per via di problemi alla gamba, probabilmente conseguenza della frattura del bacino sofferta a Misano, dando definitivamente addio alle chances di Mondiale. Morbidelli a questo punto pareva potersi accontentare della seconda piazza ma, complice il tentativo di rimonta di Oliveira, a quattro giri dal termine si è riportato su Pasini, attaccandolo e superandolo alla prima curva. Dopo il sorpasso e controsorpasso a due giri dalla fine, si è arrivati in volata: Pasini si è portato avanti, Morbidelli ha risposto con un attacco magistrale. Il romano ha quindi allungato quel tanto che è bastato ad evitare un ulteriore affondo di Pasini, portando a casa la vittoria.

Sorgente: Morbidelli primo con l’ottava meraviglia, Pasini secondo: gran doppietta italiana in Moto2 – Gran Premio di Aragon 2017 – MotoGP – Eurosport