Sarebbe dovuto essere un weekend in difesa, e invece Lewis Hamilton domani partirà in pole position. Bravo l’inglese ad avere la meglio di Kimi Raikkonen, secondo a 45 millesimi. Terzo Verstappen. Disastro Vettel: il tedesco ha avuto problemi tecnici al motore nelle ultime libere, che purtroppo non sono stati risolti. Domani Seb partirà ultimo.

 

45 millesimi, un nulla, ma alla fine vince sempre lui. Lewis Hamilton domani partirà in pole position nell’ultimo Gran Premio della Malesia della storia. Bravo, bravissimo Lewis ad ottenere il meglio possibile dalla sua vettura e a battere Kimi Raikkonen di un nulla. La Mercedes non brilla su questa pista e questo rende ancora più fantastica questa prima piazza dell’inglese. E’ un piccolo match point per Hamilton, che può allungare in maniera decisiva per il mondiale.

Già, perchè per Vettel è notte fonda. il tedesco ha avuto problemi tecnici al motore nelle ultime libere, che purtroppo non sono stati risolti per le qualifiche. Nel Q1 prova a scendere in pista, ma il turbo non lo assiste. Si prova l’impossibile nel box Ferrari, ma negli ultimi secondi arriva la resa. Un vero peccato perché la Ferrari era chiaramente la favorita per la pole. E invece Hamilton è davanti e Seb è ultimo.

Terzo un buonissimo Verstappen davanti a Ricciardo. La Red Bull è comunque competitiva e non lontano da Ferrari e Hamilton. Quinto invece Bottas, distante anni luce dal compagno di squadra. Chiudono la top ten Ocon, Vandoorne, Hulkenberg, Perez e Alonso.

Cosa aspettarsi domani? Le note positive sono che certamente Seb smarcherà qualche pezzo nuovo di power unit, in modo da non rischiare più penalità fino a fine anno. E poi c’è la competitività della Rossa a Sepang sul passo gara. Forse però per Vettel ci vuole anche qualcosa in più, la pioggia magari potrebbe aiutarlo. A Hamilton invece va tutto bene.

Tabellino

POSIZIONE PILOTA SCUDERIA DISTACCO
1 Lewis Hamilton Mercedes
2 Kimi Raikkonen Ferrari +0.045
3 Max Verstappen Red Bull +0.465
4 Daniel Ricciardo Red Bull +0.519
5 Valtteri Bottas Mercedes +0.682
6 Esteban Ocon Force India +1.402
7 Stoffel Vandoorne McLaren +1.506
8 Nico Hulkenberg Renault +1.531
9 Sergio Perez Force India +1.582
10 Fernando Alonso McLaren +1.628

La cronaca

– Pronti via e Vettel riesce a scendere in pista, con la squadra che gli prepara la vettura in pochissimi minuti. Purtroppo però non tutto va come deve e Seb torna lento ai box. Si lavora a velocità supersonica, ma non basta. Seb è ultimo, senza tempo.

– Davanti invece tutto semplice per i top team. Dietro invece è guerra. Gli eliminati sono GrosjeanMagnussen, Wehrlein e Ericsson.

– Q2 con tempi già molto veloci: Vertsappen, Hamilton e Kimi girano con crono da record della pista. Le Mercedes e Ricciardo fanno due tentativi, sprecando un treno di gomme buono per domani.

– La bagarre dietro si conclude con l’eliminazione di Massa, Palmer, Stroll, Sainz e Gasly.

– Q3 al cardiopalma. Hamilton guida da campione e batte Raikkonen di un soffio. Seconda fila per la Red Bull, quinto Bottas.

La statistica chiave

Sono 70 le pole di Hamilton, quarta di fila qui a Sepang. Nell’epoca delle power unit, in Malesia solo lui è andato in pole.

Il migliore

Lewis HAMILTON: Che spettacolo. In una pista dove la Mercedes non va, lui addirittura sceglie di non mettere gli ultimi aggiornamenti portati qui. E comunque parte davanti, ottenendo forse la pole più incredibile di quest’anno. Gli gira tutto bene al momento, ma la fortuna uno se la deve anche cercare.

Il peggiore

HAAS: Momento di crisi per la scuderia americana, che fatica terribilmente qui in Malesia. Entrambe le vetture eliminate in Q1, l’impressione è che questo fine stagione rischia di essere un’agonia.

Sorgente: Hamilton ancora in pole davanti a Raikkonen. Disastro Vettel: domani partirà ultimo! – GP Malesia 2017 – Formula 1 – Eurosport