La compagnia britannica low cost Monarch, in crisi da tempo, è stata dichiarata fallita nella notte e messa in amministrazione controllata. Si è trattato di una sorta di blitz, avvenuto mentre nessun aereo della società era in volo, come precisa la Bbc. Gli effetti sono stati immediati: con lo stop di tutte le operazioni commerciali del vettore e l’intera flotta ora ferma a terra.    Di conseguenza, 300.000 prenotazioni già fatte per futuri viaggi o vacanze risultano cancellate e 110.000 passeggeri, sorpresi dall’accaduto a metà dei loro itinerari, si ritrovano in cerca di un volo di ritorno. Tanto che il governo britannico ha chiesto alla Caa, l’autorità dell’aviazione civile del Regno, di provvedere a trovare almeno 30 charter per condurre in porto quella che il ministro dei Trasporti, Chris Grayling, ha ammesso essere “la maggiore operazione di rimpatrio in tempo di pace” nel Paese.    Monarch, fondata circa 50 anni fa, impiega 2100 persone e nel 2016 ha avuto perdite per 291 milioni di sterline.

Sorgente: Fallita compagnia aerea low cost Monarch, 110 mila passeggeri a terra – Economia – ANSA.it