E’ successo qualcosa di incredibile durante le qualificazioni dei Mondiali 2017 di ginnastica artistica che sono iniziati oggi a Montreal (Canada). Kohei Uchimura si è infortunato alla caviglia sinistra atterrando male dal volteggio e non è riuscito a proseguire la sua gara, il giapponese è stato costretto al ritiro e così non potrà inseguire il suo settimo titolo iridato consecutivo!

Il 28enne di Fukuoka domina la scena fin dal 2009, ha vinto anche i due titoli olimpici a Londra 2012 e Rio 2016 nel concorso generale. Un grandissimo colpo di scena che rimescola le carte: dopo dieci anni avremo un nuovo Campione del Mondo. Sarà battaglia apertissima per la conquista del titolo tra diversi atleti.In testa alla classifica troviamo il cubano Manrique Larduet, già argento due anni fa (86.699, pazzesco 15.200 alle parallele). Alle spalle del caraibico c’è il cinese Xiao Ruoteng (86.297, favoloso 14.866 al cavallo) tallonato dal russo David Belyavski (85.839), dal giapponese Kenzo Shirai (86.697, inverosimile 15.766 al corpo libero per la vita umana) e dall’ucraino Oleg Verniaiev (85.431, 15.466 eccezionale sugli staggi ma qualche errore di troppo sugli altri attrezzo), argento olimpico a Rio 2016 dopo una lunga battaglia proprio con Uchimura. Le qualificazioni si concluderanno oggi pomeriggio con la quarta suddivisione, scenderà in pedana anche l’Italia.

Al corpo libero domina naturalmente Kenzo Shirai (15.766, 7.2 di D Score), interessante il 15.033 di Donnell Whittenburg. Al cavallo con maniglie il Campione Olimpico Max Whitlock non si è fatto pregare e ha confezionato 15.300 (6.8) precedendo il cinese Hao Weng (15.033). Sciabolata sontuosa del greco Elefhterios Petrounias agli anelli: il Campione Olimpico e del Mondo ha piazzato 15.400 (6.3) ma è tallonato dal russo Denis Abliazin (15.333), pazzesco il francese Samir Ait Said che dopo il bruttissimo infortunio di Rio 2016 è terzo (14.966). Al volteggio detta legge Kenzo Shirai (15.233), Kohei Uchimura è secondo (15.166) nonostante l’infortunio subito, l’eterno Marian Dragulescu è ancora a caccia di medaglie (14.900, terzo con Manrique Larduet). Alle parallele l’ucraino Oleg Verniaiev è davanti a tutti (15.466) in una classifica cortissima con il cinese Jingyuan Zou (15.233), Manrique Larduet (15.200), David Belyavskiy (15.066) e Chaopan Lin (15.000) a tallonarlo. Alla sbarra comanda lo svizzero Pablo Braegger (14.33) seguito a ruota dal croato Tin Srbic (14.366), dall’elvetico Oliver Hegi (14.33) e da David Belyavksiy (14.208).

Sorgente: Uchimura si infortuna e si ritira dopo sei trionfi consecutivi – Mondiali Ginnastica 2009 – Ginnastica artistica – Eurosport