Oltre mezzo milione di morti premature a causa dell’inquinamento atmosferico. È questo il preoccupante bollettino quotidiano delle vittime dello smog in tutto il continente, emesso dall’Agenzia europea dell’ambiente. Almeno 9 cittadini europei su 10 risultano esposti a concentrazioni di PM2.5, ozono e benzo-A-pirene superiori ai livelli raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità, con livelli di mortalità di circa venti volte superiore rispetto agli incidenti stradali.Anche in Italia non c’è da stare sereni. Nonostante i miglioramenti registrati negli ultimi decenni, l’inquinamento atmosferico è infatti la causa di oltre 90mila morti premature ogni anno. E non solo: con più di 1.500 decessi per milione di abitanti, il nostro Paese presenta valori decisamente più alti rispetto alla media europea, pari a circa mille decessi prematuri.

Sorgente: Lo smog fa più vittime degli incidenti stradali – Radio 105