l difensore chiarisce dopo le polemiche dei giorni scorsi: “Non c’è conflitto nell’essere secessionista catalano e giocatore delle Furie Rosse perché nessuno odia la Spagna. Ma non è il mio caso, io mi sono soltanto espresso a favore del diritto di voto e ho sempre dato il massimo per questa maglia”.Dopo giorni di polemiche intense, Gerard Piqué ha preso la parola dal ritiro della nazionale spagnola per spiegare la propria posizione sulla questione catalana e sull’opportunità di rispondere o meno alla convocazione delle Furie Rosse.

” Non è una contraddizione giocare con la nazionale ed essere indipendentista. Un indipendentista può giocare nella Spagna perché un catalano secessionista non è contro la Spagna, ma vuole semplicemente il proprio paese. Ma, insisto, questo non è il mio caso. Io mi sono schierato a favore del diritto di voto e non vi dirò qual è stata la mia preferenza. Dobbiamo evitare il fanatismo.”” Sono qui perchè il mister ha deciso che devo restare qui e perché posso aiutare la squadra a conquistare questo obiettivo che cerchiamo da un anno. Se battiamo l’Albania saremo qualificati e dobbiamo concentrarci solo su questo. Sono orgoglioso di fare parte di questo gruppo e spero di vincere più titoli possibili. Non credo che si possa dubitare del mio impegno con questa maglia.”

” Il primo giorno con l’allenamento aperto è stato difficile, non è bello che la gente che sostiene la nazionale ti fischi. Io parlo a tutta la Spagna, voglio dire che tramite il dialogo si può capire cosa sento e cosa voglio dire. Indipendentemente dal fatto che la penso in un modo, tutto si può risolvere. Da 15 anni considero questa squadra una famiglia, è stato un piacere essere qui quando sono stato chiamato. Essere chiamato in nazionale è sempre stato il massimo e mi fa male che questo compromesso venga messo in dubbio.”Gerard PiquéGetty Images” Tutti sanno come la penso, io rispetto la gente come Nadal che pensa che non abbiamo il diritto di votare. Ognuno ha la sua opinione. Con i compagni continuo a parlare anche con chi la pensa diversamente da me e siamo arrivati alla conclusione che le cose possono risolversi. Ora dobbiamo solo pensare a vincere per il bene della Spagna.”

Sorgente: Piqué: “Non c’è contraddizione nell’essere indipendentista e giocare con la Spagna” – Qualificazioni Mondiali Europa 2018 – Calcio – Eurosport