Una stella ogni tre posti. E’ il record probabilmente unico al mondo di Araki, ristorante giapponese di Londra entrato nella fascia più alta della guida Michelin, bibbia della gastronomia mondiale, di cui è uscita ieri la nuova edizione. Situato nei pressi di Regent Street, nel cuore della capitale britannica, The Araki ha soltanto nove coperti, tutti intorno al tavolo dello chef che gli dà il nome.Il menu offre praticamente un unico scelta: una selezione, un omakase di sushi. E il conto è decisamente alto: 300 sterline a testa (circa 350 euro), senza includere i drinks.Che ne fa probabilmente il ristorante più caro della già cara Londra. Il fatto che gli ingredienti del sushi in questione comprendano caviale e tartufo aiuta a spiegare, almeno in parte, il prezzo della cena.

La pagina di prenotazione sul sito di The Araki

Per Mitsuhiro Araki, cuoco e proprietario del locale, è un secondo primato: aveva già ottenuto tre stelle Michelin con un ristorante omonimo a Tokyo, ma nel 2014 lo ha chiuso per trasferirsi a Londra. Un po’ per ragioni di famiglia: ha iscritto la figlia a una “boarding school” in Inghilterra.Un po’ per mettersi alla prova in una metropoli globale multietnica, anche dal punto di vista della ristorazione. E dunque in tre anni ha vinto la scommessa, tornando a conquistare le stesse tre stelle che ricevette in Giappone.Un momento della premiazione della Michelin Uk nello scatto di Richard VinesCondividi  Si fanno presto a calcolare gli incassi di Araki: 2700 sterline (bevande escluse) per servizio, che raddoppiano a 5400 perché ci sono due turni per sera, il primo alle ore 19, il secondo alle 21.Il personale è al minimo: lo chef 51enne cucina e serve in tavola insieme alla moglie e a un assistente. Il suo sushi-bar, se così lo si può definire, è il quinto ristorante britannico a ottenere l’onore delle tre stelle Michelin. Gli altri sono The Fat Duck e il Waterside Inn a Bray, un villaggio appena fuori Londra che ha la più alta densità di ristoranti tre stelle sul pianeta, Alain Ducasse all’interno del Dorchester Hotel a Londra, e Gordon Ramsay nel quartiere londinese di Chelsea. Ma tutti, ovviamente, hanno più di nove posti.

Sorgente: Una stella Michelin ogni tre posti a sedere: il record di The Araki – Repubblica.it