In Italia ogni anno 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla (un caso ogni 3 ore) e, delle 114mila persone colpite, il 10% sono bambini. La Mela di Aism torna in 5 mila piazze italiane il 4, il 7 e l’8 ottobre per sostenere la ricerca su questa patologia e implementare i servizi per i giovani, i più colpiti dalla malattia. Lo chef Alessandro Borghese, per il quarto anno consecutivo, è testimonial dell’iniziativa di solidarietà.”Vicino alle persone con sclerosi multipla metto tutto me stesso: metto tutto me stesso in tutto ciò in cui credo – racconta Borghese – Scegliere di essere testimonial di Aism è un modo per condividere valori forti e importanti, aiutando a dare loro concretezza. La sclerosi multipla è una tra quelle storie che voglio contribuire a cancellare nella storia di tanti giovani e di tanti bambini. Non si può far finta di niente quando c’è ancora tanto da fare. È un privilegio, per me. Come uomo, come padre. E anche come chef che ogni giorno si impegna a dare il meglio di sé. Dare risposte concrete alle persone e ai giovani con sclerosi multipla è un bell’impegno, per cui è necessaria un’organizzazione seria come Aism, capace di offrire garanzie di trasparenza e affidabilità”.Grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante, la sclerosi multipla si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. Si tratta della seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali, colpisce principalmente persone tra i 20 e i 40 anni (soprattutto donne) e in tutto il mondo si contano circa 3 milioni di casi (numeri, tratti dal Barometro 2017 di Aism, rilevano una fotografia della sclerosi multipla nel nostro Paese). Per questa ragione è importante che la ricerca vada avanti. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla, con pesanti costi per il Sistema Sanitario Nazionale: è di oltre 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale della malattia.Nel #DonoDay2017 circa 10 mila volontari Aism distribuiranno oltre 4 milioni di mele. A fronte di una donazione minima di 9 euro si potrà portare a casa un sacchetto da 1,8 kg di mele della qualità Granny Smith (mela verde), NoaRed (mela rossa) e Golden Delicious (mela gialla). Assieme ai sacchetti verranno distribuiti anche campioni di infuso di “Mela d’Oriente” una composizione di frutta maturata al sole con l’aroma della mela e dei fichi. Con “La Mela di Aism” scendono in piazza anche gli HP BIkers Team: 600 motociclisti che condividono la passione per la moto e per il viaggio, alla ricerca di volontari per Aism, in un tour che tocca alcuni punti di solidarietà Aism della Campania e della Basilicata per promuovere il volontariato in Aism. Fino al 9 ottobre la ricerca si può sostenere anche con un sms del valore di 2 euro al numero 45520.

Sorgente: “La sclerosi multipla è una di quelle storie che voglio contribuire a cancellare dalla storia”