E se alla fine fosse Piotta a salvare il Piper? Il mitico locale romano, che ha visto suonare Pink Floyd e Byrds e visto gli inizi delle carriere di Patty Pravo e Renato Zero, è stato messo all’asta per un milione e 700mila euro, nonostante abbia un programma ancora attivo, con centinaia di date in programma. La messa all’incanto del Piper deriva dai problemi della Luna Immobiliare, società proprietaria delle mura del locale.Per salvare il Piper è intervenuto sui social il rapper romano Piotta (pseudonimo di Tommaso Zanello) che ha pubblicato una foto del locale e scritto: “Quando ho visto l’annuncio non ci potevo credere. Ma davvero il mitico Piper è all’asta?”. E, dopo lo sconcerto, la proposta: “E se ci mettessimo insieme tra amici, un bel po’ di amici e scollettassimo un po’?”. Insomma una proposta, un po’ alla buona, di crowdfunding. Funzionerà? Vedremo.

Sorgente: Piotta prova a salvare il Piper di Roma – Radio 105