Ricordare i dettagli alla perfezione? Dipende dall’età. Secondo una ricerca tedesca, infatti, il nostro cervello non ne sarebbe capace almeno fino all’età di 14 anni. È quanto riportato in un articolo pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences e realizzato in base ad una ricerca del Max Planck Institute for Human Development, in collaborazione con l’Università di Stirling, nel Regno Unito.Gli studiosi hanno preso in esame 70 bambini e adolescenti tra i 6 e i 14 anni, e 33 giovani tra i 18 e i 26 anni. Mentre tutti i partecipanti allo studio svolgevano compiti relativi al ricordo dei dettagli degli oggetti e delle loro caratteristiche generali, i ricercatori utilizzando tecniche di risonanza magnetica di ultima generazione hanno identificato due sotto regioni dell’ippocampo in cui risultavano molte differenze legate all’età.In particolare, si trattava del giro dentato, la parte dell’ippocampo che serve a separare le caratteristiche degli oggetti in modo che possano essere richiamate separatamente, e della corteccia entorinale, le cui connessioni corticali contribuiscono alla formazione, alla stabilizzazione e al recupero della memoria. In definitiva, dunque, secondo questa ricerca tutto ciò che ci siamo ritrovati tra le mani o davanti agli occhi prima dei 14 anni è immagazzinato nel nostro cervello con un’immagine superficiale e decisamente poco nitida.

Sorgente: Il cervello non è capace di ricordare i dettagli fino all’età di 14 anni – Radio 105