Gli Oranje vincono 3-1 in Bielorussia ma le speranze di qualificazione ai playoff sono appese a un filo visto l’8-0 della Svezia contro il Lussemburgo. Il Gruppo B si deciderà tutto in Portogallo-Svizzera, mentre la Grecia scavalca la Bosnia al secondo posto nel Girone H.

Gruppo A

Svezia-Lussemburgo 8-0

Goleada della Svezia che aveva bisogno non soltanto di vincere, ma anche di farlo con il maggior numero di reti segnate. Il poker di Berg (alla prima marcatura multipla in nazionale), la doppietta su rigore dell’ex genoano Granqvist oltre alle reti di Lustig e Toivonen bastano e avanzano. Adesso la Svezia sale a 19 punti, 3 in più dell’Olanda con cui se la giocherà martedì sera in trasferta. In parole povere, gli Oranje non possono più qualificarsi direttamente e devono battere la Svezia 7-0 per poter andare ai playoff.

Bielorussia-Olanda 1-3

Gli Oranje scendono in campo con le speranze appese a un filo e, con l’ennesima prestazione deludente, confermano il terzo posto nel girone. Propper dopo 25’ sfrutta un assist di Robben per portare in vantaggio gli ospiti, ma in avvio di ripresa l’Olanda si addormenta e Volodko pesca un meritato pareggio (55’). Nel finale, un rigore generoso per fallo subito da Dost vale il pareggio dal dischetto di Robben (84’) a cui si aggiunge il tris di Depay allo scadere. La differenza reti, però, pesa enormemente. Martedì sera bisogna battere la Svezia con 7 gol di scarto per andare ai playoff.

  • Classifica: 20 Francia, 19 Svezia, 16 Olanda, 12 Bulgaria, 5 Lussemburgo e Bielorussia.

Gruppo B

Far Oer-Lettonia 0-0

Pareggio tanto inutile quanto scarsamente spettacolare. Le Far Oer mettono un altro punticino in un girone comunque storico.

Svizzera-Ungheria 5-2

Nove partite e nove vittorie. La formazione di Petkovic continua a viaggiare a punteggio pieno, passando in vantaggio al 18’ su errore del disastroso portiere ungherese Gulacsi, che regala palla a Xhaka. Due minuti dopo Frei raddoppia, mentre a cavallo tra i due tempi si scatena Zuber, autore di una doppietta tra 43’ e 49’. All’83’ Lichtsteiner cala il pokerissimo con uno splendido destro a incrociare imbeccato da Shaqiri. Peccato solo per le due reti concesse a Guzmics (58’) e Ugrai (89’). Si deciderà tutto nello scontro diretto di martedì sera in Portogallo.

Andorra-Portogallo 0-2

Il Portogallo vince l’ottava partita consecutiva, ma se la vede brutta con Andorra. Serve infatti l’ingresso in campo di Cristiano Ronaldo dopo l’intervallo per sbloccare le marcature al 63’, suo quindicesimo gol in queste qualificazioni sugli sviluppi di un cross dalla sinistra di Joao Mario. Poi si aggiunge anche André Silva. Ora il momento decisivo. I lusitani hanno una differenza reti di +26 contro il +18 della Svizzera, motivo per cui basta vincere per andare direttamente in Russia senza passare dai playoff.

  • Classifica: 27 Svizzera, 24 Portogallo, 10 Ungheria, 9 Far Oer, 4 Andorra e Lettonia.

Gruppo H

Bosnia-Belgio 3-4

Gibilterra-Estonia 0-6

Vittoria che mette il punto esclamativo sull’ultimo posto dell’Estonia ma che è totalmente inutile ai fini della qualificazione.

Cipro-Grecia 1-2

Se la vede brutta la Grecia che dopo 18’ va sotto per un gol di Sotiriou dopo uno svarione generale della retroguardia guidata da Manolas. Ma tra 24’ e 26’ Mitroglou (quarto gol nelle qualificazioni) e Tziolis ribaltano tutto. Adesso gli ellenici salgono al secondo posto con due lunghezze di vantaggio sulla Bosnia e nell’ultima giornata giocheranno con Gibilterra. Bosnia virtualmente eliminata, anche se la Grecia non potrà più fare punti validi per la classifica delle migliori seconde.

  • Classifica: 25 Belgio, 16 Grecia, 14 Bosnia, 11 Estonia, 10 Cipro, 0 Gibilterra

La classifica delle seconde:

SQUADRE PARTITE GIOCATE PUNTI DIFFERENZA RETI
Portogallo 7 18 +18
ITALIA 7 14 +3
Svezia 7 13 +10
Danimarca 7 13 +7
Irlanda del Nord 7 13 +5
Grecia 8 13 +4
Galles 7 11 +2
Croazia 7 11 +2
Scozia 7 11 -1

Sorgente: Cristiano Ronaldo salva il Portogallo: Olanda quasi fuori, deve vincere 7-0 con la Svezia – Qualificazioni Mondiali Europa 2018 – Calcio – Eurosport