Azzurri male praticamente in blocco, sorretti solo da qualche invenzione isolata di Immobile e Insigne e dal vantaggio di Chiellini. Impresa macedone grazie agli “italiani”: Pandev inventa, Trajkovski è letale.

Italia

Gianluigi BUFFON 6 – Non deve compiere interventi di particolare difficoltà: solo Pandev lo fa sudare. Ma Trajkovski lo costringe a raccogliere il pallone in rete.

Andrea BARZAGLI 6 – Bene in un paio di anticipi secchi, meno quando concede un angolo banale alla Macedonia con un retropassaggio sbagliato. La sua partita dura un tempo (dal 46′ Daniele RUGANI 6 – Provvidenziale in chiusura su Trajkovski, poco prima del gol. Se non altro non ha particolari colpe nella serataccia azzurra)

Leonardo BONUCCI 5 – Si vede che non sta vivendo un buon momento. Lanci sempre imprecisi, un erroraccio che rischia di mandare in porta Nestorovski e una rincorsa a vuoto su Trajkovski. Male.

Giorgio CHIELLINI 6 – Uno dei meno peggio, non soltanto per il gol ma anche per la pulizia con cui gioca per buona parte del match. Anche se è proprio lui, in uscita, a lasciare il buco in cui si infila Trajkovski.

Giorgio Chiellini, Italia-Macedonia, Getty Images

Giorgio Chiellini, Italia-Macedonia, Getty ImagesGetty Images

Davide ZAPPACOSTA 5,5 – Prima del gol di Chiellini si mangia un gol che grida ancora vendetta. Propositivo e vivace, specialmente nel primo tempo, ma anche molto pasticcione.

Marco PAROLO 5,5 – Meglio di Gagliardini, ma come il compagno non eccelso in fase di costruzione. Lì in mezzo serve una qualità superiore.

Roberto GAGLIARDINI 5 – Corre e si spende parecchio, ma quanti errori in mezzo al campo. Nervoso e svagato. Con lui e Parolo in coppia la mancanza di qualità è evidente (dal 75′ Bryan CRISTANTE s.v.)

Matteo DARMIAN 5,5 – Si limita al compitino, non riuscendo a sostenere con efficacia l’azione offensiva e pensando più alla fase di copertura. Nella ripresa ha maggiori difficoltà.

Simone VERDI 5 – Non bene. Anzi: sarà l’emozione dell’esordio da titolare con la maglia dell’Italia, sarà quel che si vuole, ma là a destra combina pochissimo e sbaglia tanto. Sostituzione inevitabile dopo un’ora (dal 64′ Federico BERNARDESCHI 5,5 – Non granché. Non fa molto più di Verdi, se si eccettua un sinistro non trascendentale e impreciso)

Ciro IMMOBILE 6 – Due assist splendidi ne alzano la valutazione: uno sprecato da Insigne, l’altro trasformato nel vantaggio da Chiellini. Ma con Musliu e la difesa macedone, l’attaccante laziale ha tante difficoltà.

Ciro Immobile, Italia-Macedonia, LaPresse

Ciro Immobile, Italia-Macedonia, LaPresseLaPresse

Lorenzo INSIGNE 6 – Luci e ombre. Un gol fallito davanti al portiere, la perla che propizia il gol sull’asse Immobile-Chiellini, ma anche una ripresa in cui, al pari della squadra, esce completamente di scena.

Ct. Giampiero VENTURA 5 – Poco da fare: l’Italia non ha gioco. E basta una modesta ma organizzata Macedonia per mettere a nudo ogni lacuna. Nemmeno il tridente ha risolto i problemi. Urgono soluzioni d’emergenza.

+++

Macedonia

Dimitrevski 6; Ristovski 6, Musliu 6,5, Velkoski 6 (75′ Zajkov s.v.); Radeski 5,5, Spirovski 6, Bardi 6,5, Alioski 6; Pandev 6,5 (80′ Trickovski s.v.), Nestorovski 5,5, Hasani 5 (64′ Trajkovski 7). Ct. Angelovski 6,5

Sorgente: Le pagelle di Italia-Macedonia 1-1: Bonucci, Gagliardini e Verdi, che serataccia – Qualificazioni Mondiali Europa 2018 – Calcio – Eurosport