Tempesta tropicale Nate vista dal satellite
Tempesta tropicale Nate vista dal satellite

 

TEMPESTA TROPICALE NATE. Si chiama Nate il nuovo sistema tropicale che sta transitando sul Mare dei Caraibi, dopo l’uragano maggiore Maria che verso la fine di settembre ha devastato le Antille. Proprio in queste ore è diventato Uragano di categoria 1 con venti fino a 128 Km/h.

San Jose, Costa Rica. Dopo il passaggio di Nate (Fonte: reuters.com)
San Jose, Costa Rica. Dopo il passaggio di Nate (Fonte: reuters.com)

 

DANNI E VITTIME IN HONDURAS E NICARAGUA. Negli ultimi giorni è appena transitato su Nicaragua e Honduras provocando 22 vittime, 20 dispersi, 400 mila persone rimaste senza acqua e migliaia che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni. Nate ha colpito quindi in una zona diversa rispetto ai suoi predecessori, Irma e Maria, che hanno sconvolto le isole dei Caraibi.

San Jose, Costa Rica. Dopo il passaggio di Nate (Fonte: reuters.com)
San Jose, Costa Rica. Dopo il passaggio di Nate (Fonte: reuters.com)

 

YUCATAN SFIORATO. Nate si muove verso NNO piuttosto velocemente, ad una velocità di circa 20km/h  ed ha appena sfiorato le coste più orientali della Penisola dello Yucatan, mentre attualmente procede verso il Centro del Golfo del Messico, dove le calde acque gli permetteranno di potenziarsi ulteriormente.

URAGANO NATE VERSO GLI USA. Entro le prime ore di domenica è atteso il landfall sulle coste degli USA affacciate al Golfo del Messico. Anche in questo caso l’America non vedrà la stessa traiettoria di Maria, ma gli stati coinvolti saranno con ogni probabilità quelli al confine tra Louisiana a Mississippi. E non è escluso che il centro dell’uragano possa transitare proprio sulla popolosa città di New Orleans.

Traiettoria e intensità previste di Nate
Traiettoria e intensità previste di Nate

 

NATE RISALIRA’ L’ENTROTERRA DEGLI USA. Successivamente Nate risalirà l’entroterra statunitense transitando anche su buona parte del Midwest scaricando forte maltempo, ma contemporaneamente andrà attenuandosi, non ricevendo più l’apporto caldo dalla superficie del mare. Pur venendo declassato a semplice depressione tropicale le proiezioni a medio termine indicano un suo possibile passaggio nella giornata di martedì 10 ottobre su New York, per poi buttarsi in aperto Oceano Atlantico.

Sorgente: NATE diventa URAGANO. Torna l’allerta su America centrale e USA « 3B Meteo