Altra prestazione difficoltosa degli azzurri, che riescono comunque a imporsi a Scutari: finisce 0-1 contro la nazionale di Panucci. Buffon e compagni sono certi di far parte della prima fascia ai playoff.

 

Missione compiuta, anche se a fatica e senza brillare, com’è ormai consuetudine. Non è una bella Italia quella che espugna Scutari, ma è un’Italia che raggiunge l’obiettivo che si era prefissata: conquistare un successo fondamentale per consentire agli azzurri di entrare ai playoff da testa di serie, senza essere scavalcati e sprofondare in seconda fascia. L’1-0 finale è firmato da un guizzo sottomisura di Antonio Candreva, fin lì uno dei peggiori in campo. Ma a non convincere è tutta la nazionale di Ventura, tornato al 4-2-4 dopo l’esperimento (fallito) 3-4-3 contro la Macedonia: poco gioco, scarsa inventiva, un centrocampo e un attacco che non decollano nonostante le occasioni per passare in vantaggio e poi per raddoppiare, lungo tutto l’arco del match, non manchino. Se non altro tiene la difesa, che a differenza di venerdì non si fa bucare nel finale. Obiettivo raggiunto, dunque, pur tra tutte le controversie del caso: in attesa che le qualificazioni si completino domani sera con le ultimissime gare, le proiezioni del ranking FIFA del 16 ottobre dicono che l’Italia è certa di far parte della prima fascia. In questo momento, a novembre ci toccherà una tra Svezia, Irlanda del Nord, Irlanda e Grecia.

La cronaca della partita

Ci prova con maggiore convinzione l’Albania, soprattutto con le conclusioni da fuori: Buffon trattiene, seppur con qualche difficoltà, su Hysaj e poi su Grezda. Al 21′ Immobile ha la grande chance per portare in vantaggio l’Italia: Veseli liscia, ma Berisha esce sui piedi dell’attaccante laziale stroncandogli il tentativo. Sadiku chiama ancora al lavoro Buffon, mentre Eder con un fulmine da fuori non trova la porta. Nel finale di tempo, finalmente gli azzurri trovano qualcosa di più. E protestano quando Veseli interrompe con un braccio in area un cross dello stesso Eder: episodio da rigore, non sanzionato dal norvegese Moen. Chiude ancora Immobile, ben lanciato da Bonucci: il tiro di controbalzo da posizione defilata si spegne però a lato.

Ciro Immobile, Albania-Italia, Getty Images

Ciro Immobile, Albania-Italia, Getty ImagesGetty Images

Dopo l’intervallo cambia complessivamente poco: l’Italia non riesce a imporsi, faticando a creare situazioni davvero pericolose. Anche se Immobile, che gira alto da pochi passi, va vicinissimo al vantaggio. Grande chance anche per Eder, che fugge in contropiede e rientra ma non trova la porta di Berisha. Dall’altra parte ci vuole un grande riflesso di Buffon per dire di no a Grezda: brivido enorme. Finalmente, al 73′, ecco lo 0-1: Spinazzola stavolta passa a sinistra, centro morbido per Candreva che sul secondo palo controlla e scaraventa sotto la traversa. Il finale dell’Albania è fatto di qualche mischia confusa, quello dell’Italia di ripartenze potenzialmente letali: Immobile, a tu per tu con Berisha, calcia però addosso al portiere atalantino. Poco male: l’Italia vince e va ai playoff da testa di serie.

La statistica chiave

L’attacco dell’Italia si è inceppato: 3 goal nelle ultime 4 uscite, dopo averne realizzati 12 nelle precedenti 4.

Il migliore in campo

Chiellini. Altra buona prestazione, nonostante un giallo. Difensivamente è il migliore della difesa azzurra. Sempre attento, mai davvero in affanno e bravissimo, nella parte finale del match, a salvare un gol davanti a Buffon.

Il peggiore in campo

Parolo. Nuovamente in difficoltà. Spesso arranca in marcatura, senza riuscire a offrire un contributo particolarmente positivo. E nemmeno in costruzione si fa notare granché.

La dichiarazione

Giampiero Ventura: “Sono contento per i ragazzi, perché ci mettono grande disponibilità. La mia mancata esultanza al gol? Ero contento dentro…”.

Il tabellino

Albania (4-2-3-1): Berisha; Hysaj, Veseli, Mavraj, Agolli; Basha (68′ Lila), Kace; Roshi (91′ Ahmedi), Memushaj (76′ Latifi), Grezda; Sadiku. Ct. Panucci

Italia (4-2-4): Buffon; Darmian (71′ Zappacosta), Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Parolo, Gagliardini; Candreva, Eder (89′ Gabbiadini), Immobile, Insigne (91′ El Shaarawy). Ct. Ventura

Arbitro: Svein Oddvar Moen (Norvegia)

Gol: 73′ Candreva

Note: ammoniti Lila, Chiellini

Sorgente: L’Italia è testa di serie agli spareggi: Candreva firma il colpo in Albania – Qualificazioni Mondiali Europa 2018 – Calcio – Eurosport