Ultimi verdetti nell’ultima serata per il gruppo A, gruppo B e gruppo H di qualificazioni europee: la Grecia travolge Gibilterra 4-0 ed ipoteca il secondo posto che garantisce l’accesso agli spareggi, al playoff anche la Svezia che perde 2-0 ad Amsterdam contro l’Olanda (doppietta di Robben) a cui però serviva ben altra goleada per superare gli scandinavi. Anche la Bosnia di Dzeko è a casa.

Gruppo A

Francia-Bielorussia 2-1 (27’ Griezmann, 33’ Giroud, 44’ Saroka)LIVEREPORT

Olanda Svezia 2-0 (16’, 40’ Robben)

Serviva una vittoria di proporzioni omeriche (da 7-0 in su) all’Olanda per eliminare la Svezia e volare agli spareggi playoff è invece maturato un 2-0 che non serve a nulla ed acuisce solo i rimpianti degli Oranjie. Nell’ultima partita in Nazionale di Arjen Robben, il fuoriclasse del Bayern Monaco lascia il segno con una doppietta d’autore che gli permette anche di eguagliare Bergkamp nella classifica dei migliori marcatori della storia dell’Olanda. Primo gol su rigore, secondo con un sinistro ad incrociare al limite dell’area che s’insacca proprio sotto al sette prima dell’intervallo. Nella ripresa la squadra di Advocaat spinge ma la Svezia contiene la pressione e mantiene saldamente il secondo posto nel girone dietro alla Francia.

Lussemburgo-Bulgaria 1-1 (3’ Thill, 68′ Chochev)

Gruppo B

Portogallo-Svizzera 2-0 (42’ Diorou aut., 48′ Andre Silva)LIVEREPORT

Ungheria-Isola Far Oer 0-0

Lettonia-Andorra 4-0 (11’ Ikaunieks, 19’, 58’ Sabala, 63′ Tarasovs)

Gruppo H

Belgio-Cipro 4-0 (12’, 63’ E.Hazard, 52’ T.Hazard, 78’ Lukaku)

9 vittorie e un pareggio, 43 gol segnati in 10 giornate: il Belgio rifila un poker al malcapitato Cipro e insieme alla Germania diventa la Nazionale ad aver segnato più reti in queste qualificazioni mondiali. E’ la grande serata dei fratelli Hazard a Bruxelles, Eden e Thorgan giocano per la prima volta insieme nella Nazionale A dal primo minuto e lasciano subito il segno: il numero 10 del Chelsea sblocca il match su rigore mentre ad inizio ripresa c’è gloria anche per Thorgan che col più classico dei tapin è lesto a riprendere una respinta corta di Panagi sul tiro di Batshuayi. Il Belgio non si accontenta e con un rigore dello scatenato Eden Hazard e del neoentrato Lukaku arrotonda il punteggio e si prende il record di marcature.

Grecia-Gibilterra 4-0 (32’ Torosidis, 61’, 63’ Mitroglou, 78’ Gianniotas)

Non fallisce l’appuntamento con gli spareggi, la Grecia che travolge il fanalino di coda Gibilterra e il prossimo mese proverà a giocarsi nel playoff l’accesso a Russia 2018. Dopo una mezzora priva di emozioni, gli ellenici sbloccano le ostilità con Torosidis che in tuffo di testa insacca il cross dalla destra di Zica. Nella ripresa i greci partono forte e tra il 61’ e il 63’ chiudono il match con l’uno-due di Mitroglou. L’attaccante del Marsiglia prima chiude con un semplice tap in una bella azione di prima mentre 120” dopo scaraventa in rete l’assist sottomisura del solito Torosidis. Prima del fischio finale c’è gloria anche per Gianniotas che di testa incorna il definitivo 4-0.

Estonia-Bosnia 1-2 (48’, 84’ Hajrovic, 75’ Antonov)

In una partita avara di grandi contenuti tecnici e ricca di orrori difensivi, la Bosnia porta a casa una vittoria inutile ai fini della classifica. Dopo un primo tempo in cui Ibisevic e Zenjov si divorano due gol praticamente fatti, la Bosnia passa nella ripresa con Hajrovic. L’Estonia reagisce e trova il pari con Antonov al 75′ ma dieci minuti dopo ancora Hajrovic, su assist del neoentrato Dzeko, riporta avanti la Bosnia.

 

Sorgente: La Grecia e la Svezia ai playoff ma non da teste di serie: Robben non basta, Olanda a casa – Qualificazioni Mondiali Europa 2018 – Calcio – Eurosport