L’allenatore del Milan non sembra avvertire molta pressione, nonostante un derby alle porte e le parole sempre pesanti dell’ormai ex presidente rossonero a tornare a pungere. Un po’ come faceva lo scorso anno, dopotutto.

Si scalda l’atmosfera in casa-Milan e non solo perché domenica sera è previsto il derby con l’Inter. A tenere banco sono le ultime dichiarazioni di Vincenzo Montella, che intervenuto in occasione di un evento al Casinò di Campione d’Italia ha fatto il punto della situazione in un momento molto delicato per il suo Milan, che viene da due sconfitte di fila e deve ancora la quadratura del cerchio.

Fiducia e lavoro

” Spesso ci si dimentica che abbiamo vinto una Supercoppa, ma io sono molto stimolato e lavoro sereno. Sono contento della fiducia della società e sto cercando di lavorare seguendo un progetto complessivo. Tutti dobbiamo avere una crescita, arriviamo al derby nel momento giusto perché ho rivisto l’ultima partita e meritavamo di più. Ci vuole condizione e un pizzico di serenità in più”

Suso e Bonaventura

” Ad oggi sarà il loro derby perché siamo pochi. Da domani farò valutazioni ma sono due calciatori importanti, mi aspetto tanto da loro. Ma non dico nulla, non voglio dare vantaggi a Spalletti”

Obiettivo Champions?

” Parlando con Mirabelli sapevamo che avremmo avuto una partenza complicata. Ci manca solo un pizzico di fortuna. Possiamo e dobbiamo fare di più in questo processo di cambiamento ma non deve essere un alibi. Abbiamo le potenzialità per arrivarci, deve essere la nostra ossessione. Abbiamo la squadra e i calciatori per farlo, ma dobbiamo crescere ed amalgamarci”

Derby importantissimo

” Credo possa essere una gara bivio. Così come ce ne sono tantissime in un anno. Voglio vedere una prestazione convincente e con convizione, cercando di giocare alla partita e con un risultato diverso da quello della Roma. Metteremo sana cattiveria negli ultimi 30 metri. “

Berlusconi, ieri e oggi

” Può dire tutto ciò che vuole, ne ha il diritto. Le dichiarazioni che sono uscite però vanno contestualizzate, ma da parte mia ci sarà sempre massima ascolto. Ma il mestiere è il mio e le scelte devono essere autonome. Mi piace ascoltare ed eleborare i consigli, quelli di Berlusconi dello scorso anno non mi piacevano molto mentre altri li faccio miei e li utilizzo”

Kalinic o Cutrone?

” Kalinic lo valutiamo giorno per giorno. Vediamo se riuscirà a recuperare in vista del derby, sarà una decisione last-minute. Cutrone? Ha volontà, fame, voglia, entusiasmo e si sta meritando questo periodo. A inizio stagione è stata una piccola scommessa, sono contento di questa sua crescita continua”

Sorgente: Montella: “I consigli di Berlusconi non mi piacevano ma li elaboravo” – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport