Montepremi record, campioni di prima fascia e l’ingresso libero per tutti. Si alza il sipario sull’Open d’Italia di golf: la più importante manifestazione nazionale inserita nelle Rolex Series da giovedì 12 a domenica 15 ottobre (domani l’antipasto con la Rolex Pro-Am) promette spettacolo al Golf Club Milano di Monza.    La 74esima edizione del torneo rappresenta infatti una tappa importantissima anche in vista della Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti che nel 2022 sarà ospitata per la prima volta dall’Italia e si giocherà a Roma al Marco Simone Golf & Country Club. Diverse le novità in campo per questo Open: tra tutte l’ingresso gratuito in tutte le giornate e tante iniziative per appassionati e neofiti. Un field di altissimo livello quello previsto a Monza in uno dei più prestigiosi e antichi circoli d’Italia. Ai nastri di partenza ci saranno infatti 25 fra i 100 migliori giocatori al mondo, tra cui 7 vincitori Major: Sergio Garcia, campione Masters, Danny Willett, stesso titolo nel 2016, Martin Kaymer, Darren Clarke, José Maria Olabazal, Graeme McDowell e Trevor Immelman. Un record per la competizione che dal 1925, anno d’esordio del torneo, ha ospitato un massimo di cinque campionissimi (nel 2015). A duellare al fianco dei mostri sacri del green anche gli azzurri. La concorrenza è agguerrita, ma la formazione italiana ha le carte in regola almeno per ben figurare. Un team nutrito, composto da 13 giocatori (11 professionisti e due amateur), “capitanato” da Francesco Molinari che dopo aver vinto l’Open sia nel 2006 che lo scorso anno, sarà chiamato non solo a difendere il titolo ma a puntare al tris. Un’impresa non facile, che potrebbe portarlo nel gotha del golf per una tripletta, nel più importante torneo del Paese, che sarebbe storica. Ma le performance stagionali di “Chicco” Molinari (attualmente al 18° posto del ranking mondiale), che in questo 2017 ha incantato grazie pure a un secondo posto conquistato nell’US PGA Championship, fanno ben sperare. Al suo fianco anche Renato Paratore, Edoardo Molinari, Matteo Manassero e Nino Bertasio.    Sono loro le speranze azzurre. A completare lo schieramento azzurro anche Alessandro Tadini, Andrea Pavan, Nicolò Ravano, Luca Cianchetti, Enrico Di Nitto, Federico Maccario e i dilettanti Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli. Saranno 132 i concorrenti al via. Si giocherà sulla distanza di 72 buche, 18 al giorno. Dopo i primi due round il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati, i pari merito al 65/o posto e gli amateur che rientreranno nel punteggio di qualifica.    Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022, il 74/o Open d’Italia sarà il primo di 10 edizioni con un montepremi di 7.000.000 di dollari. Al vincitore andranno 1.166.660 dollari. La Rolex Pro Am, che aprirà la manifestazione, si disputerà sulla distanza di 18 buche con squadre di quattro giocatori composte da un professionista e tre dilettanti. Parallelamente alla Rolex Pro Am domani andrà in scena anche il “The Junior Road to The 2022 Ryder Cup”, la sfida inedita fra il Team Lombardia e il Team Italia, con l’obiettivo di ricreare l’atmosfera e il fascino della Ryder Cup coinvolgendo i ragazzi under 14. Alcuni dei campioni in gara incontreranno poi il pubblico. Da Garcia a Paratore passando per Jimenez, Johnston e McDowell, i protagonisti dell’Open risponderanno alle domande dei tifosi, tra selfie e autografi. Gli appassionati potranno anche ammirare da vicino il trofeo originale della Ryder Cup, arrivato direttamente dagli Stati Uniti, che verrà esposto all’interno del Villaggio Commerciale. L’Open, che ha il patrocinio del Coni, grazie al contributo di Infront Sport & Media, Official Advisor della Fig, ha l’apporto di un pool di qualificati partner istituzionali quali, tra gli altri, la Regione Lombardia. Il torneo sarà trasmesso in diretta esclusiva da Sky. Il count down è finto, ora è atteso lo show.

Sorgente: Si alza il sipario su Open d’Italia Molinari punta il tris – ANSA Golf – ANSA.it