Una giornata storica per il calcio femminile italiano. Dopo la qualificazione della Fiorentina contro il Fortuna Hjorring anche il Brescia ha centrato l’obiettivo degli ottavi di finale di Uefa Women’s Champions League 2017-2018 battendo allo Stadio Rigamonti” l’Ajax 2-0. Un successo strameritato dalle Leonesse che ha permesso loro di rimontare il ko (1-0) dell’andata esibendo una prestazione fantastica suggellata dalle reti di Katarzyna Daleszczyk al 23′ e di Monica Mendes al 83′.

Fortuna Hjorring-Fiorentina 0-0

La coppia Fattori/Cincotta si presenta con un 3-4-3 sul rettangolo di gioco che vede in campo: Stéphanie Öhrström; Alice Tortelli, Elena Linari, Greta Adami, Valery Vigilucci, Marta Carissimi, Greta Adami, Alia Guagni, Tatiana Bonetti, Ilaria Mauro, Patrizia Caccamo. Risponde Brian Sørensen con un 4-4-2: Maria Christensen; Janelle Cordia, Luna Gewitz, Nevena Damjanović, Tamires, Frederikke Thøgersen, Karen Holmgaard, Caroline Rask, Sara Holmgaard, Signe Bruun, Agnete Nielsen. Pioggia battente al Hjørring Stadion e buon inizio per le viola che sull’out sinistro, grazie a Guagni, cercano di creare pericoli. Manca però la dovuta concretezza negli ultimi 30 metri. Dal punto di vista tattico il 3-4-3 gigliato, in non possesso palla, si trasforma in un 5-4-1 con Vigilucci e la citata Guagni che si abbassano per dare supporto al trio difensivo Tortelli, Linari ed Adami. Ben messa in campo la Fiorentina, concede poco nei primi 30′ alle rivali non disdegnando contropiedi interessanti. Tuttavia, con il passare dei minuti, la compagine di casa inizia a trovare spazi nella retroguardia toscana e Nielsen e Bruun, con una doppia conclusione al 36′, si rendono molto pericolose dalle parti di Öhrström. Al 41′ è sempre Bruun a far venire i brividi con un tiro potente su cui fa buona guardia l’estremo difensore viola. Spingono molto di più negli ultimi scampoli della prima frazione le danesi che sugli sviluppi di un corner sfiorano la marcatura con Holmgaard. Su questa chance si concludono i primi 45′ di gioco. Inizio della ripresa deciso delle ragazze di Sørensen, più rapide nel cambiare il fronte offensivo da un lato all’altro del campo per mettere in difficoltà i ripiegamenti di Guagni e Vigilucci. E’ la solita Bruun a creare scompiglio nella area viola ma la mira dell’attaccante del Fortuna non è delle migliori. Ci prova Damjanović al 63′ ma anche la conclusione della serba non inquadra la porta. Gran lavoro di Bonetti e Vigilucci sulla corsia destra, supportando la difesa e cercando di promuovere alcune azioni di alleggerimento. C’è da soffrire e sono sempre Damjanović e Bruun ad essere le più intraprendenti delle padrone di casa, a caccia della marcatura che vorrebbe dire qualificazione. Al 83′ una grande occasione, però, ce l’ha la Fiorentina: splendida discesa di Guagni sulla fascia sinistra, rimpallo e Mauro ha la chance per andare a segno ma il suo tiro è troppo strozzato finendo a lato. Le squadre si allungano terribilmente e sono ancora le gigliate all’88’ a sfiorare la marcatura con Linari su calcio piazzato su cui è bravissima Christensen. Non succede più nulla e sul fischio di Bibiana Steinhaus la panchina gigliata si lascia andare, giustamente, ai festeggiamenti per il traguardo raggiunto.

Fortuna Hjorring (4-4-2): Maria Christensen; Janelle Cordia, Luna Gewitz, Nevena Damjanović, Tamires, Frederikke Thøgersen, Karen Holmgaard, Caroline Rask, Sara Holmgaard, Signe Bruun, Agnete Nielsen. All.: Brian Sørensen

Fiorentina (3-4-3): Stéphanie Öhrström; Alice Tortelli, Elena Linari, Greta Adami, Valery Vigilucci, Marta Carissimi, Greta Adami, Alia Guagni, Tatiana Bonetti, Ilaria Mauro, Patrizia Caccamo. All. Sauro Fattori/Antonio Cincotta

Brescia-Ajax 2-0

Gianpiero Piovani conferma il suo 3-5-2 contro le olandesi schierando: Ceasar; Di Criscio, Fusetti, Mendes; Daleszczyk, Girelli, Hendrix, Heroum, Bergamaschi; Sabatino, Giacinti. Nihom risponde con il suo classico 4-3-3: Sarasola; Van Der Most, Van Der Gragt, Van Dongen, Philtjens; Reichardt, Zeeman, Van Lunteren; Oudemast, Bakker, Kaagman. Parte alla grande il Brescia e nei primi 10 minuti arrivano due chance per Heroum e Sabatino, sintomatiche del giusto approccio delle Rondinelle. Spingono e pressano le biancoblu e al 23′, grazie ad una parabola magica della polacca Daleszczyk direttamente da calcio d’angolo, si portano in vantaggio 1-0. Un gol che scuote olandesi che vanno vicine al pari con una conclusione di Philtjens su cui fa buona guardia Ceasar. La chance avuta dalle ospiti non spaventa però le padrone di casa, consce delle proprie possibilità, e sul finire del primo tempo capita a Giacinti l’opportunità del raddoppio ma è abile Sarasola a salvare la propria porta. Tra gli applausi termina una prima frazione di gioco di grande intensità. Le orange provano ad alzare il ritmo e la Van Lunteren a caricarsi sulle spalle le compagine, ispirando le manovre offensive dell’Ajax. Tuttavia, in contropiede, sono sempre pericolose le Leonesse: al 51′ Sabatino va vicinissima al raddoppio in un break molto ben fatto dalla formazione di Piovani. Tulipane che si fanno vedere in un paio di circostanze con Van Der Most ma Ceasar è una sicurezza. Rispondono colpo su colpo le biancoblu e prima con Heroum e poi con Girelli, con due conclusioni dalla media distanza, non vanno distanti dalla marcatura. Le bresciane sembrano avere più fame agonistica e questo atteggiamento viene premiato all’83’ quando, sugli sviluppi di un angolo della solita Daleszczyk, è perentorio lo stacco di testa di Mendes che vale il gol qualificazione. Una segnatura devastante per l’Ajax, incapace di reagire al raddoppio e piegato dalla determinazione del Brescia. Il fischio finale di Volha Tsiareshka è quello della liberazione per le calciatrici di Piovani, raggianti e trionfanti in campo.

Brescia: Ceasar; Di Criscio, Fusetti, Mendes; Daleszczyk, Girelli, Hendrix, Heroum (64′ Tomaselli), Bergamaschi; Sabatino, Giacinti (89′ Pettenuzzo). (Marchitelli, Boglioni, Magri, Cacciamali, Ghisi). All.:Piovani

Ajax: Sarasola; Van Der Most, Van Der Gragt, Van Dongen, Philtjens; Reichardt (39′ Payne), Zeeman, Van Lunteren; Oudemast (30′ st Folkertsma), Bakker, Kaagman (39′ st Van Den Abbeele). (Kop, Romero, Keizerweerd, De Sanders). All.: Nihom.

Reti: 23′ Daleszczyk, 37′ Mendes.

 

Sorgente: La Fiorentina elimina il Fortuna Hjorring, il Brescia l’Ajax: entrambe agli ottavi – Champions League femminile 2017-2018 – Calcio – Eurosport