Che la saggezza si acquisisca con l’età non è solo un vecchio adagio. In Svizzera un uomo, fresco di pensione, si è autodenunciato alla società di trasporti che gestisce la rete ferroviaria regionale Berna-Soletta, confessando di aver viaggiato, 50 anni primaa, sui treni dell’azienda senza biglietto. Per diverso tempo ha esibito sempre lo stesso biglietto, acquistato nel 1967 e timbrato più volte.“Sono tormentato dai sensi di colpa e vorrei rimediare al danno che vi ho causato”, ha scritto l’anziano e si è detto subito pronto a pagare il dovuto. Ma dall’ente ferroviario è arrivata una risposta che ha fatto felici tutti: per una questione contabile richiedere al pensionato il dovuto sarebbe stato troppo complicato, quindi l’azienda ha deciso di graziarlo.”I libri contabili del 1967 ormai sono chiusi da un bel po’ di tempo”, ha dichiarato, al portale 20 Minuten, il portavoce dell’azienda, Caspar Lösche. Che ha lodato il viaggiatore pentito: “Non ci era mai capitato nulla del genere, siamo davvero commossi”.

Sorgente: Svizzera: senza biglietto, pensionato graziato dalle ferrovie – Radio 105