Il presidente Flavio Roda prende la parola all’evento Fiamme Gialle ©Andrea Chiericato

Chissà cosa avranno pensato i ragazzi delle Fiamme Gialle mentre scorrevano le immagini delle medaglie olimpiche che gli atleti del gruppo sportivo hanno vinto negli ultimi decenni. Silenzio, calma solo apparente; invece dentro la testa di questi ragazzi sogni e speranze ad alternarsi continuamente. Chissà cosa avrà pensato Christof Innerhofer che alle ultime Olimpiadi in Russia al collo se ne è messe due di medaglie, o chissà Manfred Moelgg, Stefano GrossFlorian EisathSofia Goggia e Nadia Fanchini che osservano le gesta dei loro colleghi nel video con il desiderio di imitazione. E chissà cosa avrà pensato da lassùRoberto Fontaniveil tecnico del gruppo sportivo scomparso prematuramente, dei suoi atleti tutti schierati e pronti per l’inizio della stagione agonistica.

14 LEONI GIALLOVERDI – Oltre alle atlete e agli atleti già citati, presenti per l’occasione anche gli altri finanzieri inseriti nei gruppi Coppa del Mondo: Luca De Aliprandini, Riccardo Tonetti, Werner Heel, Manuela Moelgg, Laura Pirovano, Elena Fanchini, Johanna Schnarf, Nicol Delago. Un plotone fortissimo, pronto a lasciare il segno nella stagione che aprirà i battenti fra quindici giorni a Soelden. Quattordici in tutto i leoni gialloverdi. A fare gli onori di casa il colonnello Vincenzo Parrinello, abile a presentare gli ospiti e gli atleti, a coordinare insomma l’evento che si è tenuto al castello del Buonconsiglio nel centro di Trento. Presente l’Assessore allo sport della provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini, il politico che meglio si è rapportato con il mondo degli sport invernali a livello provinciale e nazionale. Un esempio di come si fa rete, non solo a parole. E poi il presidente FISI Flavio Roda che ha sottolineato l’importanza dei gruppi sportivi militari: «Senza i gruppi militari le federazioni, non solo la nostra, farebbero più fatica. Grazie agli atleti, grazie ai tecnici distaccati in FISI, grazie alle iniziative sulla scuola e di beneficienza che FISI fa insieme alle Fiamme Gialle». E poi Roda sulle Olimpiadi: «Abbiamo fatto un grande lavoro per arrivare competitivi. Dopo stagioni in cui i nostri atleti hanno disputato grandi stagioni in Coppa del Mondo, è tempo di dimostralo anche i Giochi». I ragazzi annuiscono sereni. E il vice segretario generale del CONI Carlo Mornati afferma: «Bravo Roda, avete fatto le cose bene fino ad oggi. Ora ci sono le Olimpiadi come obiettivo primario dell’inverno».

 

Sorgente: LIVE – Il sogno olimpico delle Fiamme Gialle – Race ski magazine

Leave a Reply

Your email address will not be published.