A due anni dall’ultima finale, Maria Sharapova torna a giocarsi l’ultimo atto di un torneo: a Tianjin la russa ha sconfitto in due set la Peng, vincitrice della scorsa edizione del torneo e domani sfiderà la Sabalenka che ha sconfitto nell’altra semifinale la nostra Sara Errani 6-1, 6-3.Maria Sharapova-Shuei Peng 6-3, 6-1

 

Dopo mesi complicati, trascorsi a togliersi la ruggine accumulata durante la squalifica di oltre un anno per doping e a recuperare credibilità e la condizione migliore, Maria Sharapova può finalmente sorridere e godersi il ritorno in una finale di un torneo WTA. Due anni dopo l’ultima finale disputata a Roma, Masha è all’ultimo atto del WTA di Tianjin. La 30enne russa ha sconfitto in semifinale la cinese Shuai Peng, vincitrice della precedente edizione. Un successo netto quello di Maria che ha iniziato forte, strappando subito il break alla rivale che non ha avuto antidoti per incrinare il solido tennis della russa che ha chiuso la prima frazione 6-3. Nel secondo parziale la Sharapova, sulle ali dell’entusiasmo, ha ulteriormente alzato il livello del suo gioco strappando due break alla Peng e chiudendo la contesa con un 6-1 che non ammette repliche. Per Sharapova, che finora in questa settimana a tianjin non ha ancora perso un solo set, si tratta della 59^ finale WTA in carriera, la prima in un WTA International dal lontano 2010.

Aryna Sabalenka-Sara Errani 6-1, 6-3

Ad opporsi a Sharapova a Tianjin e a provare ad impedirle di rompere il suo digiuno di successo nel circuito ATP ci proverà la bielorussa Aryna Sabalenka, numero 102 del mondo, che nell’altra semifinale ha eliminato la nostra Sara Errani, al rientro dopo i due mesi di squalifica per doping. 6-1, 6-3 il punteggio con cui Sabalenka ha spezzato le speranze di Sarita che può comunque essere soddisfatta di questa settimana in cui passando dalle qualificazioni ha vinto 6 match arrivando a un passo dall’ultimo atto. Nel primo parziale Sabalenka scappa subito via sul 3-0 con il break di vantaggio ottenuto nel secondo game. Sarita riesce a tenere la battuta nel quarto gioco, ma nel sesto è costretto a cedere il servizio regalando all’avversaria la chance di volare sul 5-1 e chiudere 6-1 la prima frazione. Nel secondo set Sabalenka ed Errani inanellano una serie impressionante di break (8 nei primi 9 game del match) ma l’azzurra deve arrendersi quando Sabalenka migliora la performance al servizio e ruba l’ennesimo servizio alla rivale che abdica 6-3 ed esce di scena dopo un’ora esatta di gioco.

Sorgente: Maria Sharapova in finale a Tianjin due anni dopo la squalifica, Sara Errani cade con la Sabalenka – WTA, Tianjin 2017 – Tennis – Eurosport