Un gol di Insigne regala agli azzurri l’ottava vittoria nelle prime 8 giornate di campionato: all’Olimpico finisce 0-1 per la capolista. I giallorossi reagiscono nella ripresa dopo un primo tempo di enormi difficoltà, ma non vanno oltre due pali colpiti da Fazio e Dzeko. Sarri resta a punteggio pieno e si candida sempre più per lo scudetto.

L’ottava meraviglia del Napoli arriva proprio nel giorno in cui la Juventus si fa male da sola, inciampando per la seconda volta in due partite. Se i bianconeri sbagliano, i partenopei non hanno pietà di nessuno. Nemmeno di una Roma buona più nella ripresa che nel primo tempo, e comunque degna avversaria della capolista. A decidere è un guizzo di Lorenzo Insigne, “servito” da un errore di De Rossi: lo 0-1 arriva al 20′ e durerà fino al 95′ grazie alla tenuta difensiva della macchina di Sarri e a un po’ di sfortuna da parte dei giallorossi, che nella ripresa colpiscono due legni con Fazio e Dzeko. Il Napoli ha forse il torto di non chiudere la partita quando potrebbe, ovvero in un primo tempo dominato a discapito di un numero di occasioni non elevatissimo; la Roma ha il merito di non crollare, arrivando a sfiorare il pari. Ma il punteggio premia solo gli azzurri, sempre più primi: sono 5 le lunghezze di vantaggio sul blocco delle seconde, ovvero Juventus, Inter e Lazio. E tale rimarrà, se domani sera il derby della Madonnina dovesse assumere tinte rossonere. Un segnale chiaro a tutto il campionato.

La cronaca

Avvio di gara lento, con il Napoli che palleggia alla ricerca di varchi e la Roma che prova a verticalizzare velocemente. Prima occasione giallorossa: corner tagliato di Kolarov, Reina calcola in maniera errata la traiettoria ma Juan Jesus non lo punisce. Quando il Napoli prende ritmo, però, sa come far male. E dopo un’opportunità mancata da Mertens, che di controbalzo calcia centralmente, passa al 20′: lo stesso belga tocca all’indietro, De Rossi interviene malamente servendo di fatto Insigne che, solo davanti ad Alisson, scarta il regalo e timbra lo 0-1. La Roma fatica a riorganizzarsi e il Napoli manca il raddoppio con Hamsik: Alisson smanaccia il suo insidioso tiro-cross. E a pochi minuti dall’intervallo non chiude i conti nemmeno Insigne, che in area perde il passo al momento di calciare.

Roma-Napoli - Serie A 2017

Roma-Napoli – Serie A 2017Getty Images

Dopo l’intervallo la Roma, se non altro, ci prova con maggiore convinzione. Anche se è Mertens a mancare l’opportunità del raddoppio dopo aver rubato palla in area a Manolas: nell’occasione il greco si stira e deve lasciare il campo. Dopo che Hamsik e Insigne hanno peccato di cattiveria dal limite, proprio Fazio, il neo entrato, ha la prima vera palla del pareggio: cross di Perotti, stacco aereo imponente, ma prima la mano di Reina e poi il palo impediscono che l’1-1 si concretizzi. Finale incandescente, con il Napoli che fatica a ripartire e la Roma che si getta in avanti creando un’altra occasione d’oro: Dzeko spizza di testa un angolo di Kolarov, baciando la parte alta della traversa. Chiude l’altro neo entrato Under, che prima non trova Dzeko sul secondo palo e poi si ritrova sul sinistro l’ultimo pallone del match: tiro schiacciato da ottima posizione, ma tra le mani di Reina. Vince il Napoli, che fa 8 su 8.

La statistica chiave

13 vittorie consecutive per il Napoli, tra la fine dello scorso campionato e l’inizio di questo: è record assoluto nella storia della società partenopea.

Il migliore in campo

Albiol. Non molla mai Dzeko, anticipandolo spessissimo e facendosi far più volte fallo dal bosniaco. Pochissimi punti deboli nella prestazione dello spagnolo, che con Koulibaly forma una coppia invalicabile.

Il peggiore in campo

De Rossi. La sua imprecisione, in fin dei conti, decide la partita: è lui a servire involontariamente Insigne davanti alla porta. In apnea contro il palleggio avversario, non sempre preciso nelle verticalizzazioni e pure ammonito.

La dichiarazione

Eusebio Di Francesco: “Non siamo stati massacrati dal Napoli come altre squadre. In questo momento gli azzurri hanno qualcosa in più rispetto a noi”.

Il tabellino

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas (59′ Fazio), Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini (78′ Gerson), De Rossi, NainggolanFlorenzi (72′ Under), Dzeko, Perotti. All. Di Francesco

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho (73′ Diawara), Hamsik (71′ Zielinski); Callejon (82′ Rog), Mertens, Insigne. All. Sarri

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze

Gol: 20′ Insigne

Note: ammoniti Jorginho, De Rossi, Fazio, Ghoulam

Sorgente: Napoli senza ostacoli: espugna anche Roma e vola a +5 sulle seconde – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport