Giancarlo Antognoni, club manager della Fiorentina, ha parlato a Premium Sport nel pre-partita della sfida all’Udinese: “La presenza del patron ci ha fatto piacere, specie per l’annata: ci ha ribadito vicinanza e ha tranquillizzato Pioli per l’avanzare del campionato e sul lavoro che sta facendo. Siamo in linea con le aspettative, giusto qualche punto in meno, e con il progetto della Fiorentina che ha sostituito giocatori importanti con giovani. Un primo giudizio si potrà dare a fine girone d’andata. Chiesa lo reputiamo giovane, ma è sulla breccia già da un anno: è il giovane più rappresentativo. Anche Simeone e Benassi lo sono, ed hanno un’esperienza importante. Ce ne sono altri in procinto di entrare in questo processo: Gil Dias è interessante. Oggi il portiere è uno dei ruoli più determinanti: Sportiello in questo primo periodo ha dimostrato di essere davvero all’altezza. Simeone è veloce, rapido, un po’ alla Paolo Rossi (ride per la presenza dello stesso in studio, ndr)! Deve fare qualche gol in più, al momento in cui sarà inserito nel modo giusto ne farà qualcuno in più. Simeone ha voglia di dimostrare e migliorare sempre come Batistuta. Gabriel sotto questo punto di vista era incredibile. Ci auguriamo che riesca a replicare quello che ha fatto, ma non si possono pretendere 220 gol, seppure ci siano buone prospettive”.

 

Sorgente: ANTOGNONI (PS), Simeone? Un po’ Rossi, un po’ Bati – Firenze Viola

Leave a Reply

Your email address will not be published.