Inter-Milan

I nerazzurri vincono il derby di Milano. Gara sbloccata al 28′ da Icardi. Nella ripresa la reazione dei rossoneri porta al pari di Suso, arrivato con un sinistro dal limite. Nel momento migliore del Milan, però, ecco il 2-1 di Icardi a metà ripresa. A 10′ dal termine il 2-2 di Bonaventura. Ancora Icardi su rigore decide la gara.

LE PAGELLE

RIVIVI LE EMOZIONI DI INTER-MILAN

INTER-MILAN 3-2

28′, 64′ e 91′ rig. Icardi, 56′ Suso, 80′ Bonaventura

Vincere il derby per l’Inter avrebbe significato candidarsi a essere tra le squadre in lotta per lo scudetto, in questo momento, per via della classifica, l’anti-Napoli per eccellenza. Un successo rossonero avrebbe alleggerito una crisi, di gioco e di risultati, che con la sconfitta del derby è più acuta. C’è da dire, però, che il secondo tempo giocato dalla squadra di Montella è stato senz’altro positivo, l’opposto di una prima frazione in cui i rossoneri sono stati travolti dall’aggressività e dall’agonismo dell’Inter, più precisa, più concreta. E l’uomo derby è stato il solito Mauro Icardi, tripletta (prima in un derby da Milito 2012) con gol decisivo al 91′. Da non sottovalutare la prestazione di Handanovic tra gli artefici principali della solidità difensiva nerazzurra. Ma il Milan ci ha messo cuore e spirito: Suso e Bonaventura gli autori dei gol rossoneri.

L’Inter domina il primo tempo

Nelle scelte iniziali Montella ha optato per un 3-5-2 con Suso e André Silva davanti, il generoso Borini a destra. Spalletti ha dovuto fare a meno di Joao Mario per una tonsillite e ha gettato nella mischia Vecino. Il centrocampo dell’Inter ha avuto il sopravvento, Kessié non è sembrato particolarmente in palla e Candreva, da destra, ha creato non pochi grattacapi a Rodriguez. L’Inter è stata padrona del gioco fino a quando Borja Valero si è trovato libero alle spalle dei centrocampisti rossoneri e la rete del vantaggio dell’Inter è arrivata dal solito sviluppo da destra proseguito con cross di Candreva e zampata vincente di Icardi. Per l’ex Lazio terzo assist in questa stagione. Il Milan è parso piuttosto frastornato, non ha trovato spazi per effetto di una manovra lenta e prevedibile. Suso da seconda punta ha faticato e André Silva non è stato incisivo. Meglio di loro Borini, generoso sull’out di destra e pericoloso con una doppia occasione: tiro respinto da Handanovic e colpo di testa, sulla respinta, mandato sull’esterno della rete.

Milan di rimonta, ma Icardi è letale

Nella ripresa Montella ha rimescolato le carte: dentro Cutrone, squadra schierata con un 3-4-1-2 con Suso alle spalle delle punte. L’Inter è rimasta sorpresa dall’aggressività rossonera. Nei primi 18′ della ripresa 10 le conclusioni (7 rossonere e 3 nerazzurre). Un palo di Suso con gol annullato (giustamente per fuorigioco) a Musacchio ha acceso il match. Solo il preludio al pari arrivato dal sinistro di Suso che dai 20 metri ha battuto Handanovic. Il Milan ha continuato a spingere e l’Inter ha agito di rimessa sfruttando la sua arma migliore, ovvero le corsie laterali. Perisic ha messo dentro un pallone perfetto che Icardi ha calciato in maniera sporca centrando comunque la porta per il nuovo vantaggio interista. Il Milan è ripartito a testa bassa consapevole di poter creare problemi all’avversario. E il 2-2 è arrivato grazie a Bonaventura: Handanovic non è riuscito a trattenere la conclusione del centrocampista rossonero. E proprio quando sembrava che l’inerzia del derby fosse tutta rossonera è arrivata l’ingenuità di Rodriguez che al 90′ ha steso in area Perisic: calcio di rigore trasformato da Icardi, primo a segnare una tripletta in un derby dopo Milito (2012). Nemmeno il tempo di esultare ed è arrivato il fischio finale. Inter a -2 dal Napoli, per il Milan Champions lontana.

 

Sorgente: Inter-Milan 3-2: tripletta di Icardi. Rossoneri in gol con Suso e Bonaventura. Gol e highlights | Sky Sport