Il paradosso di Bonucci: Milan e Juventus soffrono, lo spettro di RanocchiaAlessandro Dinoia5 ore fa32Insieme al Bari nel 2009-10 i due difensori sono andati in crisi con le due milanesi e la fascia di capitano al braccio. E intanto prende corpo la profezia estiva di Walter Sabatini…Bari, un trampolino per due” Ranocchia aveva qualcosa in più di Bonucci sull’aspetto tattico ed era più forte anche sul piano fisico; avrei scommesso per una carriera più luminosa da parte di Andrea, ma ha avuto 1-2 infortuni gravi che gli hanno rallentato il percorso di crescita. In più ha attraversato il momento più difficile dell’Inter. È un giocatore sensibile e da un punto di vista difensivo era superiore a Bonucci che, invece, aveva qualcosa in più dal punto di vista tecnico. Poi gli infortuni possono cambiare la carriera di un giocatore”PUBBLICITÀinRead invented by TeadsPOTREBBE INTERESSARTI ANCHEBiglia: “Suso può essere il Messi del Milan. Ingiuste le critiche a Montella e Bonucci”Bonucci e Ranocchia con la maglia del Bari nel 2009LaPresseQueste parole risalgono allo scorso gennaio e a pronunciarle è stato il ct della Nazionale, Giampiero Ventura. Nella stagione 2009-2010 Ventura guidava il Bari e al centro della retroguardia biancorossa c’erano proprio Bonucci e Ranocchia. All’epoca la previsione dell’attuale ct dell’Italia era stata condivisa da molti che indicavano Andrea come il più completo tra i due difensori ipotizzando per lui un futuro radioso. Le cose non sono andate esattamente così e mentre Leonardo costruiva i suoi numerosi successi con la Juventus, l’ex compagno, tra guai fisici e blocchi psicologici, attraversava il momento più duro della carriera nell’Inter e tra un prestito e l’altro.Milano, involuzione e aggravante della fascia da capitano: la storia si ripeteOggi il rendimento di Bonucci sembra aver azzerato quelle sliding doors: arrivato come salvatore della patria per 42 milioni di euro dalla Juventus, colui che doveva essere il leader del Diavolo non riesce a guidare la difesa rossonera mostrando, al contempo, lacune clamorose in marcatura. A rendere il quadro ancor più desolante sono i continui slogan – parole svuotate di significato alla luce dei fatti – sui social, come se il ruolo di capitano l’avesse investito di responsabilità che oggi non riesce a reggere. La fascia al braccio era stata un altro motivo di scherno anche per il collega Andrea in maglia nerazzurra. Un mal comune che è motivo di riflessione per Montella: se deve giocare chi garantisce maggiore affidabilità, è giusto che l’attuale Bonucci abbia il posto garantito?Un affare che ha indebolito due squadre in un colpo solo?Se il Milan piange, la Juventus di sicuro non ride. La difesa dei campioni d’Italia non è più il bunker garantito dalla BBC nelle scorse stagioni e a prendere corpo è la profezia estiva di Walter Sabatini, una provocazione – come del resto il contenuto di questo articolo – che, però, fa riflettere:” Bonucci al Milan indebolirà entrambe le squadre, questo è un trasferimento che toglierà certezze a ognuna delle parti chiamate in causa”

Sorgente: Il paradosso di Bonucci: Milan e Juventus soffrono, lo spettro di Ranocchia – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport

Leave a Reply

Your email address will not be published.